Epidemia di suicidi a Wall Street, si uccide 28enne ex banchiere JPM

18 Marzo 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Non è trascorsa neanche una settimana da quando, lo scorso 13 marzo, un trader di New York si è buttato sotto un treno, allungando la lista dei suicidi che stanno dilaniando il mondo della finanza.

Oggi, la notizia della nuova vittima: si tratta del 28enne ex banchiere di JP Morgan, Kenneth Bellando, che si era trasferito nell’altra società finanziaria Levy Capital, figlio di John Bellando – direttore finanziario presso Condé Nast – e fratello di John, dirigente della divisione di investimenti presso JP Morgan.

Bellando si è gettato dal sesto piano del suo appartamento del quartiere East Side di New York.

Si tratta dell’11°suicidio nel mondo della finanza dall’inizio del 2014, e del terzo in diverse settimane.

La prima vittima del Bitcoin, si toglie la vita ceo di 28 anni

Un altro suicidio nel mondo della finanza

Morti nell’alta finanza, terzo suicidio in meno di una settimana

Strana morte nel mondo dell’alta finanza, 39enne si butta da edificio JP Morgan

Suicidio: consigliere delegato del colosso auto Tata si è buttato dalla finestra