Eni in Azerbaijan per discutere il trasporto di gas compresso

20 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Oggi il Presidente dell’Azerbaijan, Ilham Aliyev, ed altri esponenti del Governo hanno incontrato l’Amministratore Delegato di Eni Paolo Scaroni a Baku. Nel corso del colloquio si è discusso del possibile rientro di Eni nell’upstream del Paese e del progetto CNG (compressed natural gas), un’iniziativa che consentirebbe il trasporto e il transito di alcuni miliardi di metri cubi di gas turkmeno attraverso il mar Caspio fino alla costa azera per poi proseguire via terra per altre destinazioni. Nei mesi scorsi l’AD di Eni ha incontrato esponenti dell’amministrazione russa, americana e dell’Unione Europea per discutere degli aspetti tecnici economici e commerciali che contraddistinguono il progetto. Quest’iniziativa, la prima di questo tipo allo studio nella Regione, permetterebbe, tra l’altro, di abbattere sostanzialmente la quantità di gas flared in Turkmenistan. Eni è impegnata nell’applicazione della tecnologia CNG nell’ambito del trasporto marittimo in contesti dove, per distanze e volumi disponibili, può consentire la fattibilità di progetti altrimenti non realizzabili con le tecnologie tradizionali quali il trasporto via tubo o LNG (liquefied natural gas).