Eliminare la carne dalla propria dieta fa vivere più a lungo

7 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Uno studio che ha preso come campione 70 mila persone ed è stato pubblicato sulla rivista medica Journal of the American Medical Association, ha riportato che eliminare completamente la carne dalla propria dieta fa ammalare meno e vivere di più. Questo perché si eviterebbero malattie cardiovascolari, diabete e anche insufficienza renale.

L’istituto privato Eurispes ha svelato come il 4,9% degli italiani è vegetariano e l’1,1% vegano. Queste due categorie sono cresciute del 2% rispetto ad un anno fa.

Inoltre è risultato che i vegetariani avrebbero un rischio di ammalarsi e morire nell’anno successivo di vita ridotto del 12%, rispetto a chi mangia carne. Se poi la dieta è composta da frutta, verdura e pesce, allora si ha la massima protezione, con il rischio che si riduce del 19%. I vegani vedono infine il rischio ridursi del 15%.

In Europa è in atto uno studio, chiamato Epic, che coinvolge 520 mila persone di dieci Paesi diversi. L’ultimo risultato, pubblicato dall’università di Oxford, svela che il rischio d’infarto nel corso della vita si riduce di un terzo mangiando solo frutta e verdura.

Si calcola che ogni 50 grammi in più al giorno di carne rossa o processata aumenta il rischio di ammalarsi di cuore del 42%, di diabete del 19% e di tumore all’intestino del 18%. Ma ovviamente la carne non è l’unica fonte di guai per la salute; bevande zuccherate, cereali non integrali, grassi saturi e transaturi non sono da meno.