Egitto: Mubarak è un uomo libero. Comprerà generali?

22 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

IL CAIRO (WSI) – L’ex presidente egiziano Hosni Mubarak dovrebbe venire scarcerato oggi e immediatamente posto agli arresti domiciliari in attesa del nuovo processo: lo hanno reso noto fonti del Ministero degli Interni, secondo le quali l’ex rais verrà trasferito in un luogo non specificato a bordo di un elicottero militare.

Secondo le fonti è probabile che l’85enne Mubarak venga trasportato non nella sua residenza ma in uno dei sue ospedali militari dove è già stato ricoverato in passato: la decisione in merito spetterà al premier, Hazen Blebawi.

Il dossier sulla liberazione di Mubarak – al quale il tribunale del Cairo ha concesso ieri la libertà vigilata per l’ultimo dei capi di imputazione che ancora lo tenevano in carcere – dovrà però prima essere trasmesso alla Procura generale, alla quale spetterà pronunciarsi sulla scarcerazione: solo dopo un eventuale parere positivo potranno essere avviate le procedure formali per il rilascio.
__________________________________

IL CAIRO (WSI) – La procura non presenterà appello contro la decisione di rimettere in libertà l’ex presidente egiziano Hosni MubarakM: lo affermano fonti giudiziarie egiziane.

Non potrà lasciare il Paese l’ex raìs: lo affermano le stesse fonti della sicurezza che hanno rivelato domani l’ex rais verrà liberato e si recherà nella sua residenza di Sharm el Sheik.

La Corte Penale del Cairo ha accolto l’istanza di scarcerazione presentata dal difensore di Mubarak, Fareed el-Deeb, e ne ha quindi disposto il rilascio. Il deposto presidente dell’Egitto, 85 anni, dovrà comunque ricomparire in aula il 25 agosto prossimo, alla ripresa del secondo giudizio in corso nei suoi confronti: quello per aver ordinato, o comunque non impedito, l’uccisione di circa ottocento manifestanti durante la rivolta che nel febbraio 2011 condusse alla caduta del vecchio regime. L’udienza odierna si è tenuta nel carcere speciale di Torah Mahkoum, all’estrema periferia meridionale della capitale, dove l’ex Rais è attualmente rinchiuso insieme ai figli Alaa e Gamal.

Mubarak al riguardo ha peraltro già scontato il massimo di custodia preventiva previsto dalle leggi egiziane. Si tratta in realtà di un nuovo procedimento: il primo, conclusosi con la condanna all’ergastolo, era stato poi annullato in appello con conseguente rinvio ai giudici di primo grado.

Il rais

Rovesciato dalla primavera araba, incarcerato e condannato all’ergastolo nel 2012 con una sentenza poi annullata dalla Cassazione, e ancora sotto processo per corruzione, malato e dato più volte in fin di vita, Hosni Mubarak torna protagonista nel Paese che pensava di poterlo dimenticare.

L’ex presidente egiziano ha governato l’Egitto per 30 anni passando alla storia come ‘l’ultimo faraone’ prima di essere costretto a dimettersi dalla rivolta popolare, l’11 febbraio 2011.

Per Morsi, di nuovo in piazza

I sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi stanno manifestando al Cairo, nella centrale Dokki, a Giza e a Helwan, 20 km a Sud

Ue: niente armi. Ma poi ogni Paese potrà scegliere

L’Ue ha deciso di sospendere le consegne di armi e materiale per la sicurezza
anche se la decisione sarà lasciata ad ogni singolo Paese membro. Lo ha dichiarato il capo della diplomazia Ue, Catherine Ashton, al termine del vertice straordinario dei 28 ministri degli Esteri dell’Ue a Bruxelles.
(TMNews)