Deutsche Bank: dopo crollo utili, maxi piano per ridurre i costi

27 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – La prima banca di Germania intende rivedere il suo modello operativo, semplificando la sua struttura e riducendo i costi di 3,5 miliardi di euro, anche per porre rimedio a una trimestrale decisamente deludente che ha visto i conti dimezzati.

La banca, la prima di Germania, ha annunciato il prossimo passo strategico che copre un periodo che andrà da qui fino al 2020. Si parla di risparmi lordi annui per 3,5 miliardi.

La società intende rivedere il suo modello operativo, semplificando la sua struttura, rafforzando i controlli e diventando così più efficiente, più forte e solvibile.

Il piano prevede la riduzione del numero di filiali – attualmente circa 700 – di ben 200 unità entro il 2017. Nei giorni scorsi Deutsche Bank aveva già reso nota l’intenzione di cedere Postbank.

Gli obiettivi finanziari sul medio termine parlano di un rapporto di leverage pari o superiore al 5%, un Common Equity Tier 1 ratio di circa l’11%, un cost-income ratio di circa il 65% e un ritorno post-tax su patrimonio netto tangibile di oltre il 10%. Il payout ratio previsto è del 50% o più da dividendi.

(DaC)