Della Valle: dopo ripulita Parlamento è l’ora dei banchieri

13 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Ad ascoltare un messaggio anti establishment di tale potenza, sembrerebbe di sentire parlare Beppe Grillo, o almeno una versione dai toni piu’ pacati del confondatore del Movimento 5 Stelle. Oppure potrebbe trattarsi di David Graeber, l’antropologo anarchico a cui maggiormente si deve la nascita del Movimento di Occupy Wall Street. E invece le parole di rabbia contro le elite della finanza mondiale sono state pronunciate da un ricco imprenditore miliardario.

Diego Della Valle, patron di Tod’s, capisce molto bene il disgusto che la gente prova per la gestione politica del paese degli ultimi 20 anni, 17 sotto la guida di Berlusconi e il centro destra, gli altri sotto quella del centro sinistra. Dopo che le ultime elezioni hanno sancito un cambio importante negli scranni parlamentari, ora toccherebbe ai banchieri farsi da parte.

“E’ chiaro quello che la gente ha voluto dire, ‘basta, e’ giunto il momento di cambaire, mostrateci un paese decente”, ha dichiarato Della Valle in un’intervista rilasciata a Bloomberg.

“Questo deve succedere anche nel mondo che noi rappresentiamo, quello della finanza, degli affari e della societa’ civile che guida il paese”.

Della Valle, 59 anni, pretende un rinnovamento delle elite della finanza, in un momento critico in cui le banche stanno concedendo sempre meno prestiti a famiglie e imprese, con l’Italia sempre piu’ con l’acqua alla gola.

Per il patron del gruppo di calzature e’ piu’ facile parlare rispetto a chi ha perso la casa o un lavoro come effetto della recessione dell’austerita’: il suo patrimonio e’ infatti cresciuto negli ultimi anni, con il valore di mercato di Tod’s che e’ piu’ che triplicato dalla fine del 2008 a oggi.

Gli fa onore pero’, ad esempio, aver lanciato un appello per sostituire, Giovanni Bazoli, il presidente di Intesa Sanpaolo, la prima banca italiana. Il banchiere 80enne dovrebbe andare in pensione, perche’ gli istituti di credito hanno bisogno di essere guidate da qualcuno con una visione globale.

“Questa gente che non produce nulla di interessante per un paese serio”, ha detto Della Valle parlando dalla sede della sua azienda, a Sant’Elpidio a Mare.

“Dobbiamo prendere in mano la situazione e iniziare a dire con un coro di voci gentile ma imponenete a questa gente: fermatevi, fatevi da parte, perche’ avete gia’ causato abbastanza danni alla nazione”.