Crisi: Confcommercio, confermate previsioni al ribasso sui consumi

23 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Si conferma la situazione di difficoltà che stanno attraversando le famiglie, impoverite dalla flessione del 2,5% in termini reali del potere d’acquisto nel 2009 che verosimilmente proseguirà anche se in misura molto più ridotta nel 2010”. Questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio ai dati sull’andamento delle vendite al dettaglio a maggio diffusi dall’Istat. “Questa nuova battuta d’arresto delle vendite – conclude l’Ufficio Studi – dimostra che, pur in presenza di una ripresa consistente della domanda estera verso i prodotti italiani, senza il contributo fondamentale dei consumi interni delle famiglie la crescita del 2010 resterà debole”.