Corsa sportelli rivela urgenza di un sistema bancario paneuropeo

18 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Per capire cosa vorrebbe dire un’uscita della Grecia dall’area della moneta unica e’ sufficiente pensare all’impatto che avrebbe semplicemente sul sistema bancario.

Da aprile 2011 allo stesso mese di quest’anno le banche elleniche hanno dovuto vedersela con 44 miliardi di euro di deflussi dalle loro casseforti. La paura era che dopo le elezioni di domenica la situazione sarebbe peggiorata ulteriormente.

L’esito – che ha visto la vittoria risicata del partito di centro destra pro euro di Nuova Democrazia – ha allentato le pressioni sulle banche greche.

Ma un grafico degli analisti di Royal Bank of Scotland (vedi immagine a fianco) mostra quanto grave sia gia’ diventata la situazione, ancor prima della chiamata alle urne del popolo ellenico.

E rivela la necessita’ di un sistema bancario paneuropeo. Se da un lato i depositi da 100 mila euro sono garantiti in tutta l’area euro, e’ il sistema bancario di ogni singolo stato membro (e dunque in definitiva il governo sovrano) che mantiene la corrispettiva garanzia.

Se i risparmi fossero garantiti da un’entita’ centrale unica europea, la necessita’ di ritirare il denaro scomparirebbe come per magia.