Coronavirus: quando finirà il lockdown dell’Italia?

25 Marzo 2020, di Alessandra Caparello

Tutta Italia è in lockdown ossia in quarantena forzata a casa allo scopo di contenere il contagio dal nuovo coronavirus che ad oggi ha dato all’Italia un triste primato mondiale per il numero di decessi.
Ma quando finirà l’isolamento? Questa la domanda che si fanno tutti gli italiani alle prese con mille difficoltà nel gestire la famiglia tra lo smartworking e i figli a casa senza poter contare sull’aiuto dei preziosi nonni.

Senza contare le ricadute economiche che inevitabilmente ci sono sulle tasche dei cittadini. Ieri, prima che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte annunciasse l’adozione di un nuovo decreto legge, era circolata una data che ha spaventato molti: la fine dell’emergenza prevista il 31 luglio.
Dovremo stare chiusi in casa fino all’estate inoltrata? A chiarire il significato di questa data lo stesso premier in conferenza stampa:

A fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emergenza nazionale, un attimo dopo che l’Oms ha decretato l’emergenza un’epidemia globale. L’emergenza è stata dichiarata fino al 31 luglio. Non significa che le misure restrittive.
Si è creata discussione sul fatto che l’emergenza sarebbe stata prorogata fino al 31 luglio 2020: nulla di vero”.

Allora quando finiranno le restrizioni? Ad oggi una data certa non c’è. Certo, come annunciato dallo stesso governo nei giorni scorsi, con tutta probabilità alcune misure di contenimento andranno avanti ben oltre la prima scadenza fissata del 3 aprile prossimo.
In primis per quanto riguarda scuole e università per cui si pensa una riapertura a maggio o addirittura direttamente a settembre per garantire la sicurezza.

Sulle singole misure si deciderà di mese in mese, in base ai dati del contagio. L’invito, ancora una volta, è stare a casa per chi può farlo visto che l’isolamento sociale ad oggi è l’unica cura efficace per contrastare la diffusione del virus e permettere un ritorno alla quasi normalità per tutti.