Conto alla rovescia per nuovo Btp Italia: le caratteristiche dell’emissione in partenza lunedì

12 Maggio 2020, di Mariangela Tessa

Conto alla rovescia per la sedicesima emissione del BTp Italia, in calendario da lunedì 18 maggio. Come anticipato dal Tesoro, si tratterà di un’emissione speciale, i cui fondi andranno a finanziare gli 80 miliardi di euro di spese sostenute in deficit dallo Stato, per il sistema sanitario e per far ripartire il sistema economico dopo la pandemia che ha colpito l’Italia.

Ecco nel dettaglio, le caratteristiche della nuova emissione:

Periodo di offerta

I Btp Italia saranno collocati sul mercato, come sempre, in due fasi: la prima da lunedì 18 a mercoledì 20 maggio, alla quale avranno accesso solo i risparmiatori individuali e affini (il cosiddetto mercato retail) e il giorno 21 maggio riservato invece agli investitori istituzionali”.

Per favorire la massima partecipazione dei risparmiatori ed agevolare il lavoro degli intermediari finanziari in questo particolare periodo, per questa speciale emissione BTP Italia non sarà prevista la facoltà di chiusura anticipata, lasciando quindi tre intere giornate per le sottoscrizioni dei risparmiatori retail.

Premio fedeltà raddoppiato

Tra le novità riguarda il premio fedeltà ovvero il bonus che il Tesoro riconosce a quanti mantengono il BTp Italia fino alla scadenza. In questo caso il Tesoro ha deciso infatti di raddoppiare il premio, portandolo dal 4 per mille all’8 per mille.

Scadenza dopo 5 anni

La terza novità riguarda la scadenza di 5 anni. Inedita. Finora i BTp Italia hanno avuto scadenze comprese tra i 4 e gli 8 anni.

Acquisto online

Per gli investitori retail rimane ovviamente aperta la possibilità di utilizzare il canale dell’acquisto online, mediante l’opzione del trading-online attivata sul proprio internet banking, senza quindi recarsi in filiale o presso gli uffici postali dove si detiene il conto titoli.

Come di consueto, il collocamento avverrà sulla piattaforma MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le seguenti quattro banche dealers: Banca IMI, BNP Paribas, Monte dei Paschi, Unicredit.