ConsulenTia 2018, Schroders: “prospettive di mercato positive”

7 Febbraio 2018, di Alessandro Chiatto

Il “fast crash” dei mercati di questi ultimi giorni, quando abbiamo avuto un “primo esempio di un aumento della volatilità che tutti si aspettavano”, è uno degli effetti dell’intelligenza artificiale, secondo Giacomo Camisa, head of retail – Intermediary clients di Schroders, in un’intervista concessa a Wall Street Italia in diretta dall’auditorium Parco della Musica a Roma, in occasione di ConsulenTia 2018, evento organizzato da Anasf.

“Siamo abituati a pensare all’intelligenza artificiale solo con prospettive positive, ma ci sono delle volte in cui gli algoritmi giocano contro le nostre aspettative. Vedere l’America che scende di quasi un 6% in una sola giornata non è certo per un risk-off generalizzato, ma più che altro un effetto degli algoritmi”. Al momento attuale “le prospettive economiche e del mercato rimangono assolutamente positive” e “possiamo considerare quello successo in questi giorni come una parentesi”.

La ricerca di rendimenti alpha sarà sicuramente importante per gli investitori nei prossimi anni, perché veniamo da un mercato in cui era importante essere esposti al beta. Da qui in avanti ci sarà invece una maggiore attenzione alle società su cui si va a investire, ha spiegato Camisa. Uno dei trend più interessanti citato dall’head of retail – Intermediary clients di Schroders riguarda quello delle città globali, che attirano più persone, “quelle che vinceranno in futuro”. Per investire in questo settore, Schroders ha uno strumento dedicato: il Schroders Global City Real Estate.