Coronavirus: le reazioni e i consigli dei consulenti finanziari alla crisi

17 Aprile 2020, di Alberto Battaglia

Come hanno reagito alla massiccia correzione dei mercati i risparmiatori assistiti dai consulenti finanziari?
E quali azioni sono state adottate dagli advisor per attraversare al meglio questa fase di mercato incerta e caratterizzata da elevata volatilità? Sebbene le risposte alla domanda possano variare molto a secondo della situazione individuale del cliente, alcuni concetti restano costanti nelle risposte dei consulenti certificati raggiunti dall’emittente Cnbc. Parole-chiave come strategia, lucidità, pianificazione.

“Fortunatamente, posso contare sulle dita di una mano il numero delle chiamate in preda al panico”, ha raccontato Douglas Boneparth, presidente di Bone Fide Wealth (New York), “ovviamente, le ultime settimane segnate dalla ripresa del mercato hanno calmato anche quegli investitori.
Cosa significa? Nel 2008 e nel 2009 mi sono consumato i denti nel gestire questi tipi di chiamate durante il giorno, tutti i giorni, per un anno”. Un riscontro questo riportato anche da altri consulenti, che hanno riportato un atteggiamento molto più fiducioso da parte degli investitori, nonostante la velocità inusitata dello crollo azionario visto a marzo.

“I miei clienti sono sorprendentemente calmi, essendo sopravvissuti alle crisi del 2001 e del 2008”, ha dichiarato Ivory Johnson, fondatore di Delancey Wealth Management (Washington DC), “detto questo, sono soggetti più vicini alla pensione o più vicini all’abbandono della forza lavoro e la loro soglia per i prelievi sostenuti non è senza limiti. Fortunatamente, avevo detto loro che eravamo alla fine di un ciclo economico prima che il virus colpisse l’economia e quindi [la correzione] non li ha colti di sorpresa”.

Coronavirus: è tempo di ribilanciare il portafoglio?

Secondo Boneparth ci sono almeno due opportunità da valutare al momento, nell’ambito di un nuovo equilibrio per il proprio portafoglio d’investimento:

“C’è un’opportunità, ma bisogna stare attenti, perché aumentare il rischio durante l’incertezza può essere una mossa precaria. Se ti senti a tuo agio e hai la prospettiva temporale dalla tua parte correre rischi in può essere una mossa opportunistica visto che i mercati sono scesi in modo significativo.
Questa è l’occasione numero 1″.
La seconda opportunità: “Per coloro che hanno una solida riserva di liquidità, da sei a 12 mesi (di spese equivalenti) è possibile investire tale liquidità in eccesso in un mercato piuttosto scontato. Ma non posso che sottolineare l’importanza di fare molta attenzione con la liquidità, dato che è la linfa vitale per molte persone in questo momento”.

Secondo Diahann Lassus, presidente e direttore degli investimenti presso Lassus Wherley, una sussidiaria della Peapack-Gladstone Bank, questo contesto di mercato post-correzione presenta opportunità di acquisto che possono dare frutti a lungo termine: “Il nostro obiettivo è continuare ad acquistare a prezzi bassi”, ha affermato, “questa strategia funziona a lungo termine perché è un approccio disciplinato che ci concentra sull’acquisto a prezzi bassi e alla vendita a prezzi alti. Quindi, anche se i mercati finanziari scenderanno ulteriormente nel breve termine, [alla fine] si riprenderanno e quelli che hanno continuato a riequilibrare il portafoglio avranno ottenuto risultati”.