Cinque lezioni di vita da chi non è più giovanissimo

9 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

New YORK (WSI) – Un recente articolo pubblicato da Harvard Gazette riporta i risultati di una ricerca condotta da Karl Pillemer della Cornell University su un campione composto da persone tra i 70 e 100 anni. Ecco in estrema sintesi alcuni dei risultati da cui si possono cinque consigli per i più giovani:

1) La vita è breve
La ricerca inizia con una semplice domanda: “Quali sono le lezioni più importanti che hai imparato nel corso della tua vita? Il ritornello per tutti è sempre lo stesso: la vita è breve.

2) La carriera
Più che un lavoro ben retribuito, secondo gli intervistati è di gran lunga più importante dedicarsi a un lavoro che sia in linea con le passioni e i sogni. “La vita è troppo breve per passarla a fare qualcosa nei confronti della quale non si prova piacere. Anche se per qualche anno non ne vale la pena”.

3) Vita sana
“Trattare il corpo come se doveste vivere per 100 anni.

4) Rimpianti?
Alla domanda quali sono i più grandi rimpianti, all’unanimità hanno risposto: “Vorrei non aver passato così tanto tempo a preoccuparmi dei problemi che ho dovuto affrontare nel corso degli anni”.

5) La felicità
Non fare della felicità una questione contingente. Anche se suona come un luogo comune, la loro argomentazione è la seguente: “I giovani tendono ad essere felici solo se accade loro qualcosa di particolare…”.

Dal sondaggio emerge invece un punto di vista della vita differente per le persone anziane: “la felicità è un sentimento che dovrebbe prescindere dalle esperienze quotidiane”.