Cina: geni intelligenti impiantati in embrioni

15 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nessuno hai mai capito cosa rende le persone intelligenti e quali siano i geni che lo rendano possibile, ma si pensa che per il 50/80% dei casi si tratti di qualcosa di ereditato.

Quartz ha riportato che una società con sede in Cina, la BGI, sta sperimentando una nuova teoria dividendo i geni di alcuni matematici e scienziati con quelli della normale popolazione, isolando così quei geni definiti “diversi” o più sviluppati.

Questo viene fatto per poter poi identificare quelli che rendono le persone più intelligenti e poterli, eventualmente, utilizzarli per fertilizzazioni negli embrioni, in modo da poter far scegliere ai genitori come voler far nascere il proprio figlio.

Generalmente infatti la maggior parte dei bambini nasce con un QI in media di 13 punti e solamente due o tre su ogni cento si rivela essere più intelligente.

Il dibattito è aperto e le polemiche già non mancano, basta pensare al business che si potrebbe creare e a quanto alcuni genitori pagherebbero per avere un figlio alla nascita più intelligente, evitando così anche il rischio di eventuali malattie.