Risparmio, la guida Charles Schwab per organizzarlo in modo sistematico

26 Agosto 2019, di Alberto Battaglia

Pensare in modo strategico: è questa la chiave per raggiungere traguardi finanziari importanti secondo un’analisi della banca americana Charles Schwab. Secondo l’istituto la sfida può essere articolata in quattro fasi, eccole:

  1. Stabilire priorità. “Fai un elenco di tutto ciò che desideri e per cui intendi risparmiare e quanto ti servirà per ogni obiettivo” afferma Charles Schwab in un articolo sul suo sito, aggiungendo che è importante stabilire un’ordine di priorità per ciascun traguardo.
  2. Mettere in ordine il risparmio. La banca suggerisce a questo punto di suddividere i risparmi in tre categorie: “I soldi di cui ti aspetti di aver bisogno tra pochi anni, tra tre-dieci anni o tra più di dieci anni. Sapere quando prevedi di aver bisogno dei soldi può aiutarti a decidere quale tipo di investimenti dovresti considerare come parte del tuo piano. In generale, è meglio utilizzare investimenti meno volatili per gli obiettivi a breve termine, poiché avrai meno tempo per recuperare potenzialmente qualora il mercato vada giù […] Mettere denaro che prevedi di spendere presto in investimenti liquidi, facilmente negoziabili, generalmente a basso rischio può aiutarti a evitare di dover vendere altri investimenti, come azioni, in un mercato ribassista per raccogliere liquidità […] Al contrario, si potrà optare per investimenti più aggressivi per obiettivi a più lungo termine, che offrono più potenziale per far crescere i rendimenti nel tempo”.
  3. Investire. Una volta messe in chiaro le varie componenti del risparmio, da quello che verrà speso prima a quello di più ampio orizzonte temporale, è importante passare all’azione. Charles Schwab non suggerisce di rimandare in attesa del momento (apparentemente) propizio. “Ricerche mostrano che aspettare il momento giusto per investire raramente è una strategia di successo. Il fattore tempo sul mercato è più importante del tempismo: quindi metti i tuoi risparmi, in ogni categoria, al più presto possibile”.
  4. Tenere sotto controllo. Secondo Charles Schwab controllare l’andamento del portafoglio è un appuntamento che andrebbe organizzato su base trimestrale (o più stretta, nel caso di un bilanciamento più aggressivo). Rivedere il portafoglio è importante per aggiustare l’allocazione nel caso le sue varie componenti subiscano importanti variazioni. “Ad esempio, se le tue azioni si apprezzano al punto in cui l’allocazione delle tue azioni rappresenta una quota maggiore del tuo portafoglio rispetto a quella consentita dall’allocazione-modello e, al contrario, l’allocazione delle obbligazioni si riduce, potresti prendere in considerazione la vendita di alcune azioni e l’acquisto di più obbligazioni per portare il tuo portafoglio di nuovo in linea. Riequilibrando su base regolare, puoi contribuire a garantire che il tuo portafoglio non si allontani troppo dal mix prefissato di classi di attività”.