Case Usa: a giugno prezzi su per 17esimo mese di fila

29 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Si moltiplicano i segni di ripresa per il comparto immobiliare. Per il diciassettesimo mese di fila, a giugno sia le vendite che i prezzi delle case sono stati più elevati rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Il prezzo mediano delle case vendute nel mese di giugno è stato di 193.750 dollari, che è del 12.6% superiore al prezzo medio di giugno dello scorso anno. Il National Housing Report stilato da RE/MAX, network di franchising immobiliare internazionale, ha anche riscontrato che le vendite di case nel mese di giugno sono state del 4.1% più elevate rispetto alle vendite nel mese di giugno nel 2012.

La ripresa immobiliare, che è iniziata nel 2012, continua a produrre un aumento significativo dei prezzi delle case e del numero di vendite, mentre il numero di case in vendita rimane molto più basso di un anno fa, nella percentuale del 23.9% più basso rispetto giugno 2012.

“Le vendite estive sono tradizionalmente le più forti dell’anno, ma quest’anno stiamo assistendo ad un ritmo incalzante di due cifre percentuali superiori alla scorsa estate. Anche dopo la recessione, l’interesse a diventare proprietari di abitazioni rimane molto elevato. Bassi tassi di interesse sui mutui e prezzi attraenti stanno creando le migliori opportunità viste negli ultimi anni” – ha dichiarato Margaret Kelly, CEO di RE/MAX, LLC.

Una scarsa offerta di case si traduce in prezzi più elevati, ma rende più difficile per gli acquirenti trovare la casa dei loro sogni. Al ritmo attuale di vendita, il numero di mesi per esaurire l’intero inventario di case invendute è solo di 3.9, rendendo il mercato più favorevole ai venditori.
Nel primo trimestre, intanto, gli immobili di oltre 800.000 proprietari hanno riacquistato un po’ di valore, rendendo i proprietari più fiduciosi nel mettere in vendita la loro casa sul mercato, il che dovrebbe dare manforte al basso numero di case in vendita.