Case, italiani a caccia di acquisti all’estero

15 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Nel 2013 le famiglie italiane hanno comprato all’estero 42.300 abitazioni, con un incremento del 6,3% rispetto all’anno precedente. In un decennio, sottolinea un report di Scenari Immobiliari, questo mercato è più che raddoppiato e si prevedono circa 45 mila acquisti nel 2014.

Tra gli europei, gli italiani sono i secondi acquirenti di immobili all’estero, dietro i tedeschi, ma davanti a inglesi e francesi. Per quanto riguarda le destinazioni, è aumentato l’interesse per la Gran Bretagna e la Spagna, stabili gli Usa, mentre sono scesi Grecia e Francia.

Forte corrente di acquisti verso la Svizzera, soprattutto il Canton Ticino. L’acquisto medio è di 130 mila euro, ma è aumentato il numero di chi spende più di un milione di euro. Al primo posto tra gli acquirenti all’estero ci sono i lombardi, seguiti dai veneti.

Secondo Scenari Immobiliari, la spinta a questi acquisti si trova nella carenza di immobili di qualità in Italia e nel peso elevato della fiscalità sulle seconde case.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Italia Oggi – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Italia Oggi. All rights reserved