Cambi, euro ritraccia dai massimi contro il dollaro

14 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Piccola correzione dell’euro nei confronti del biglietto verde, dopo l’exploit registrato ieri dalla moneta unica, di riflesso ad un rapido deprezzamento del dollaro seguito ai deludenti dati sulla bilancia commerciale americana. La notizia di un aumento del deficit statunitense superiore al previsto a 42,3 miliardi di dollari (erano attesi 39 mld) ha penalizzato la divisa d’oltreoceano, anche se in serata è stato annunciato un miglioramento del deficit federale a 68,4 mld USD. In mattinata, l’indice ZEW tedesco aveva evidenziato un calo superiore al previsto a 21,2 punti contro i 22 attesi, ma il dato non aveva avuto grandi impatti sul mercato dei cambi, che vedeva la moneta unica muoversi al rialzo nei confronti della valuta a stelle e strisce. Questa mattina, l’euro scambia a 1,271 USD, in calo marginale rispetto alla chiusura di ieri attorno a 1,272-1,273 USD, dopo aver toccato massimi attorno agli 1,274 dollari la vigilia. In Asia questa notte e nelle prime contrattazioni del mattino, la valuta europea si muove in trading range, in attesa di alcuni dati macro chiave in arrivo dall’Europa e dagli Stati uniti. In mattinata arriveranno le statistiche sulla produzione industriale e sull’inflazione in Eurozona, mentre nel pomeriggio sarà la volta delle vendite al dettaglio e delle scorte all’industria in America. Attenzione anche al dato sui prezzi import-export, che saranno letti alla luce dei dati sull’inflazione in agenda per venerdì.