Bund Future, tassi europei in tensione

26 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Superata la prova degli stress test bancari, tra gli operatori resta la perplessità, dubbiosi sulla rigorosità dei criteri di valutazione adottati. Su 91 istituti sotto esame solo 7 hanno fallito la prova. La tensione si fa sentire sui tassi. In 4 mesi infatti il tasso Euribor 3 mesi è salito dallo 0,63% allo 0,885%, segnano che sul mercato interbancario europeo permangono le tensioni. Nella settimana appena conclusa il future sul Bund, si è mosso lateralmente attento alle varie indicazioni macroeconomiche che giungevano sul mercato. Va ricordato che nell’ottava precedente, il bollettino mensile della BCE, palava di una ripresa economica ad un tasso piuttosto moderato e discontinuo. Il contratto sul principale Gov’s europeo chiude così i 5 giorni a 128,33 punti e mette a segno una performance settimanale marginalmente negativa dello 0,44%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto vista a 127,61 e successiva a 127,25. Resistenza a 128,94.