Buffett seduto su una montagna di cash, in attesa di fare “caccia grossa”

5 Agosto 2019, di Mariangela Tessa

La montagna di denaro di Berkshire Hathaway, conglomerato industriale del più noto investitore americano Warren Buffet, continua a crescere. Secondo quanto emerso dall’ultimo bilancio, nel secondo trimestre il colosso americano aveva in cassaforte la bellezza di $ 122 miliardi in contanti.

Una cifra record che, nei piani di Buffett, dovrebbe servire per effettuare una grande acquisizione. Ma il cui progetto resta per ora in stand-by. Secondo quanto ha scritto l’oracolo di Omaha nella consueta lettera agli azionisti,  quest’anno i prezzi “sono alle stelle per le aziende che hanno buone prospettive a lungo termine”. Meglio dunque aspettare.

L’investitore americano è infatti noto per la sua strategia di acquistare durante le fasi di discesa del mercato le società cha hanno fondamenti solidi. Noto l’investimento di Buffett in Goldman Sachs durante la crisi finanziaria del 2008, un momento tumultuoso in cui pochi oltre al governo erano disposti a investire.
La decisione di rimandare operazioni di acquisizioni – secondo gli analisti –  potrebbe anche lasciar intendere che Buffett resta ottimista sull’attuale fase dell’economia.

Venendo ai conti. Berkshire Hathaway ha registrato poco più di $ 14 miliardi di utili netti nel secondo trimestre, rispetto ai soli $ 12 miliardi circa pubblicato nello stesso periodo dell’anno precedente. L’utile netto per le azioni di Classe A è salito a $ 8.608, rispetto a $ 7.301 nello stesso trimestre che si è chiuso il 30 giugno dell’anno scorso. Per le azioni di Classe B, gli utili sono stati di $ 5,74 per azione contro $ 4,87 nel secondo trimestre del 2018. Tuttavia, l’utile operativo della società è sceso a circa $ 6,1 miliardi da quasi $ 6,9 miliardi nello stesso periodo del 2018, soprattutto perché ha colpito i guadagni assicurativi e i cosiddetti “altri” utili.