Buffett ci ripensa e investe in criptovalute e fintech

18 Febbraio 2022, di Mariangela Tessa

Veleno per topi, risorsa improduttiva che “non ha alcun valore”, così in passato Warren Buffett ha definito le criptovalute. Il finanziere Usa non ha usato mezzi termini per esprimere il suo disprezzo nei confronti del bitcoin e di altre criptovalute. Ma ci crede veramente? No, a quanto pare.

Buffett e le criptovalute

Secondo gli ultimi dati comunicati alla Securities and Exchange Commission (SEC), Berkshire Hathaway, contrariamente alla costante posizione ostile di Buffett, ha invece mostrato un chiaro interesse per l’universo delle criptovalute. Lo dimostra l’investimento da un miliardo di dollari in azioni “Class A” effettuato, nel quarto trimestre del 2021, in NuBank, una banca digitale con sede in Brasile, la più grande banca dell’America Latina per fintech e scambio di criptovalute.

Al tempo stesso Hathaway ha venduto azioni Visa e Mastercard rispettivamente per 1,8 miliardi e 1,3 miliardi di dollari, segnalando una riduzione dei suoi investimenti in altre attività e istituzioni finanziarie tradizionali.

E questa non è la prima volta che la Berkshire Hathaway investe in NuBank: lo aveva già fatto nell’estate del 2021, acquistando una quota di $ 500 milioni, pochi mesi prima del debutto della fintech alla Borsa di New York (NYSE).

Che le prospettive di NuBank siano rosee lo dimostra il fatto che in America Latina un’ampia fetta della popolazione mostra bisogni finanziari non adeguatamente soddisfatti dalle banche e dalle istituzioni finanziarie tradizionali.

“Ci sono così tante opportunità in America Latina. La combinazione di una grande popolazione, esperienze negative per i clienti e commissioni molto alte non ha eguali. In tutto il mondo non c’è posto più adatto in termini di grandi opportunità da affrontare per le aziende fintech”, ha detto a Fortune la co-fondatrice di Nubank Cristina Junqueira.

Buffett, chi entra e chi esce nel portafoglio del finanziere Usa

Il portafoglio di investimenti della Berkshire ha un valore di 331 miliardi di dollari, è composto da 44 società, una società in più rispetto allo scorso trimestre. Le prime 5 partecipazioni, Apple (AAPL), Bank of America (BAC), American Express (AXP), Coca-Cola (KO) e Kraft Heinz (KHC), rappresentano oltre il 79% del portafoglio totale.

Nell’ultimo trimestre del 2021 Buffett ha acquistato partecipazioni in Activision Blizzard (ATVI), società acquistata da Microsoft per $95 ad azione lo scorso 18 gennaio, Chevron (CVX), Liberty Media – Liberty SiriusXM(LSXMA), RH (RH), Floor & Decor-A (FND).

Fuori dal portafoglio, invece, Teva Pharmaceutical (TEVA) e Sirius XM Holdings (SIRI) mentre sono state ridotte le  partecipazioni in Kroger (KR), Charter Communications (CHTR), Visa (V), Mastercard (MA), Abbvie (ABBV), Royalty Pharma (RPRX), Bristol-Myers Squibb (BMY) e Marsh & McClennan ( MMC).