Borse europee…alla fine prevalgono gli acqusiti

9 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prevale la freccia verde sulle principali borse del Vecchio Continente che dopo un avvio di buon umore, sono scivolate a metà seduta mantenendo comunque un frazionale rialzo. Dopo l’esordio incolore della borsa di Wall Street con gli indici che al momento si posizionano poco sopra la linea di parità, gli investitori europei hanno continuato sulla strada degli acquisti confortati anche dall’unico dato statunitense della giornata che è stato migliore delle attese. Salgono, infatti, dello 0,5%, a maggio, le scorte industriali statunitensi, che si attestano a 398,8 mld di dollari, rispetto all’incremento dello 0,2%rivisto del mese precedente. Il dato, comunicato dal Bureau of Census statunitense, è leggermante superiore alle attese degli analisti che indicavano una salita dello 0,4% circa. Sul mercato valutario, si mostra in difficoltà la divisa di Eurolandia portandosi sotto gli 1,27 usd, precisamente a 1,2641 USD, mentre il petrolio newyorkese si rinvigorisce e scambia oltre i 76 dollari al barile L’oro si attesta a 1.211 dollari l’oncia. Bruxelles ha chiuso con un rialzo dello 0,28% a 2462,75 punti, Zurigo con un incremento dello 0,89% a 6210,49 punti, Parigi con un vantaggio dello 0,46% a 3554,48 punti ed Amsterdam con un progresso dello 0,56% a 324,42 punti. Bene anche Francoforte +0,49% a 6065,24 punti, Londra +0,71% a 5141,61 punti e Madrid +0,46% a quota 10127,3. A livello settoriale giornata di guadgni per le risorse di base grazie ad alcuni upgrade sui titoli del comparto. In denaro anche i media e i chimici mentre risultano poco mosse le utilities.