Borse europee a prova di Zew

13 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza all’insegna della cautela per le principali borse europee, con l’incertezza che regna tra gli investitori, per la stagione delle trimestrali iniziata ieri in America. Il debutto come di consueto è toccato al colosso dell’alluminio, Alcoa, che ha diffuso i risultati dopo la chiusura di Wall Street. Il secondo trimestre si è chiuso con un utile superiore alle attese degli analisti ed alzato le stime sul consumo mondiale di alluminio. Oggi è la volta di Intel. Sugli altri mercati, si apre un’altra giornata di debolezza per la moneta unica, con la tensione che si tocca sempre più con mano, per l’attesa della pubblicazione degli “stress test” delle banche. I timori infatti di un credito ancora in difficoltà mette sotto pressione la divisa di Eurolandia a favore del biglietto verde che ricopre il ruolo di bene rifugio. Il cross eur/usd che ieri sera ha chiuso a 1,2590 dollari scambia al momento a quota 1,255. In calo anche il prezzo del petrolio, con le quotazioni che viaggiano a 74,3 dollari al barile. La giornata odierna è ricca di appuntamenti macroeconomici, con la diffusione in mattinata dei prezzi al consumo in Gran Bretagna a giugno e l’indice Zew di luglio, indicatore che misura la fiducia degli investitori tedeschi in relazione alla crescita economica nei prossimi sei mesi. Nel pomeriggio sono attesi i numeri sulla bilancia commerciale Usa. Sulle prime rilevazioni, Francoforte segna un timido decremento dello 0,01% a 6076,81 punti, mentre Parigi sale dello 0,05% a 3569,43 punti. Frazionale la salita di Amsterdam con un progresso dello 0,34% a 327,67 punti, seguita da Londra che guadagna lo 0,29% a 5182,03 punti. Limature per Bruxelles -0,11% a 2467,62 punti. Positiva Madrid con un rialzo dello 0,17% a 10074,9 punti.