Borsa Usa, è il miglior gennaio-agosto dal 1997: cosa significa per i prossimi mesi

31 Agosto 2021, di Alberto Battaglia

Nel periodo compreso fra gennaio e il 30 agosto 2021 la Borsa Usa ha messo a segno una performance complessiva fra le migliori di sempre. L’indice guida di Wall Street, ovvero l’ S&P 500 (oggi 31 agosto in leggero calo), ha segnato una performance del +20,6% che rappresenta il miglior percorso mai registrato dal 1997 per i primi otto mesi. Nella media dal 1971 a oggi il risultato ottenuto dalle azioni americane nel periodo gennaio-agosto è ben più contenuto: +6,07%, secondo quanto calcolato da Jefferies. Ciononostante, quella di questo 2021 è solo la sesta performance più consistente che si sia registrata per la Borsa Usa nel periodo gennaio-agosto negli ultimi 50 anni.

Le performance del passato, come sempre, non sono indicative di quelle future; l’esperienza storica, però, suggerisce che i prossimi mesi potrebbero accrescere ulteriormente i rendimenti annuali.
Secondo quanto affermato dal chief market strategist di LPL Financial, Ryan Detrick, le ultime cinque volte in cui l’indice S&P 500 è salito più del 15% nei primi otto mesi dell’anno ha poi proseguito la striscia positiva per tutto il resto dell’anno.

“Il rendimento medio negli ultimi quattro mesi dopo un grande inizio d’anno è stato del +4,2%, con un rendimento mediano assai impressionante del 5,2%”, ha detto Detrick, “entrambi i numeri sono sopra la media, dal momento che il ritorno mediano durante gli ultimi quattro mesi è del 3,6%”.

Dal lontano 1971 la probabilità che negli ultimi quattro mesi dell’anno si registri per la Borsa Usa una performance positiva, ha affermato Jefferies, è in generale del 72%. La percentuale, però, sale all’83% quando si restringe l’osservazione a quegli anni in cui, nei primi otto mesi, il mercato azionario era cresciuto più del 10%. Insomma non resta che pensare a come investire con profitto.