BORSA: TELEFONICI SUPERSTAR

11 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

(la notizia si riferisce alle 12.50 ora italiana)

A fine mattina dalla Borsa emerge un quadro più stabile sulla reazione all’operazione annunciata da Telecom su Seat. Il Mibtel viaggia su +1,92%. Mib30 +1,80%.

L’euforia spinge al rialzo tutti i titoli del gruppo Olivetti-Telecom, mentre Seat resta sospesa per eccesso di rialzo, non essendo riuscita a segnare prezzo di apertura. La mancanza di certezze su come l’operazione si svilupperà frena però la corsa di Telecom (+6,68% a 19,88 euro; un euro vale 1936,27 lire), che rallenta dal record segnato in avvio.

Crescono comunque i titoli del Gruppo Telecom: nuovi massimi storici per Tim (+1,86% a 13,46 euro). Olivetti guadagna il 7,61% a 4 euro. Tecnost è a +5,29%.

Per quanto riguarda Telecom e Seat, le maggiori incertezze riguardano come verrà realizzata l’integrazione delle attività Tin.it in Seat, mentre viene apprezzata la possibilità per gli azionisti di Seat che non intendono partecipare all’operazione di uscire a un prezzo fissato di 4,2 euro.

Sull’effettivo valore di Tin.it, e quindi su un eventuale rapporto di concambio, circolano pero’ ipotesi differenti: secondo un analista per Tin.it si può ipotizzare una valutazione di 35 mila miliardi di lire, mentre valutando Seat al prezzo di 4,5 pagato da Telecom agli azionisti di Huit si ottiene per la società un valore di 42 mila miliardi.

Si ritiene che il titolo Telecom al prezzo di 20 euro incorpora già questi livelli di valutazione per le proprie attivita’ on-line: “su questa base si può ipotizzare un rapporto di concambio Tin.it-Seat al massimo di 1 a 1”.