Borsa Milano fa -1%. Euro sconta dati Pil, scende verso $1,33

14 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – L’Italia attraversa la fase di recessione piu’ lunga degli ultimi venti anni e la Borsa di Milano accusa il colpo, tornando ad accelerare al ribasso, e riscende sui minimi di giornata, quando perdeva oltre -1% circa. Riguardo ai dati sul Pil pubblicati oggi, il premier uscente Mario Monti ha detto sono negativi, ma in linea con le aspettative e che dunque non ci sara’ bisogno di una manovra correttiva. In chiusura il listino Ftse Mib cede l’1% secco a quota 16.544,95.

Riflettori puntati sul fronte economico, dunque, con una carrellata di dati sconfortanti che hanno colpito l’Europa e l’Italia. La fase recessiva italiana, la più lunga dal periodo 1992-1993, è stata confermata con un Pil peggiore delle attese. Nel quarto trimestre del 2012 l’economia italiana ha sofferto infatti una contrazione -2,7% su base annua e -0,9% su base trimestrale, mentre nell’intero 2012 è scivolata -2,2%. Come se non bastasse l’Italia si conferma il peggior posto per investire in Borsa. Nell’Eurozona il Pil è scivolato -0,9% nel quarto trimestre, segnando la performance peggiore dal 2009. Per il 2012 flessione -0,5%.

La Bce ha poi abbassato le stime sul Pil dell’Eurozona, ribadendo comunque che una graduale ripresa tornerà protagonista nella seconda metà di quest’anno. Sono peggiorate anche le previsioni sul tasso di disoccupazione, atteso al 12,1% nel 2013 e all’11,9% nel 2014, e 11,2% nel 2015, nell’area euro. Le previsioni sono state elaborate dal Survey of Professional Forecasters (Spf). La stessa società prevede una crescita economica nulla nel 2013, e un pil +1,1% nel 2014 per l’area euro.

Non sono affatto confortanti i numeri arrivati prima dell’inizio della seduta, attinenti sempre al Pil degli stati membri dell’area euro. In particolare, il Pil della Germania è sceso nel quarto trimestre del 2012 -0,6%, peggio delle stime degli analisti, anche se su base annuale la performance è positiva, decisamente debole, però, con appena +0,4%. Economia tedesca verso la recessione, le misure di austerity che la Germania ha voluto imporre all’Eurozona intera hanno avuto alla fine un effetto boomerang.

Deludente anche il il Pil della Francia, che nello stesso arco temporale ha fatto -0,3%, anche in questo caso peggio delle previsioni.

Azionario asiatico in rialzo, dopo che la Bank of Japan ha confermato la propria politica monetaria altamente espansiva, dunque le operazioni di acquisto di asset. La contrazione del Pil nel quarto trimestre ha contribuito ad alimentare le speculazioni su nuovi interventi dello stesso premier Shinzo Abe per combattere la deflazione. Di fatto, l’economia del paese è scesa -0,4% nel quarto trimestre, dopo un calo -3,8% del trimestre precedente.

L’indice Nikkei della Borsa di Tokyo è cresciuto +0,5%, mentre l’indice australiano S&P/ASX 200 è avanzato +0,7%, al massimo dal settembre del 2008. Guardando alla borsa di Tokyo, da segnalare che il Nikkei è balzato +8,2% da inizio 2013, rispetto a +6,6% dello Standard&Poor’s 500. L’indice di riferimento MSCI Asia Pacific +3,1% nel 2013.

Michael Hartnett, responsabile strategist dell’azionario globale di Bank of America, afferma tuttavia che “il continuo livello elevato di ottimismo è fonte di preoccupazione e i mercati potrebbero essere vulnerabili all’arrivo di cattive notizie”. Detto questo, “i supporti delle valutazioni suggeriscono che ogni eventuale correzione dovrebbe essere di breve durata e superficiale”.

Si continua a parlare intanto di guerra valutaria: una guerra che sigla la vittoria del Giappone, che beneficia del continuo deprezzamento dello yen, e della perdita dell’Europa, che assiste a un euro troppo forte rispetto ai suoi fondamentali e che sembra destinato a salire ancora.

BTP – Lo Spread Italia-Germania a 10 anni +2,09% a 275,66 punti base, a fronte di un tasso sui BTP a 10 anni +0,42% al 4,39%.

ALL’INTERNO DEL FTSE MIBTitolo Finmeccanica rimane sotto pressione anche oggi. Caso Mps, sempre sotto i riflettori dopo il fermo dell’ex responsabile dell’area finanza Gianluca Baldassarri. Male anche Eni ed Enel. In controdenza Mediobanca (che con +2,71% chiude in vetta al listino principale), Salvatore Ferragamo (+2,38%), Buzzi Unicem (+1,45%), Campari (+0,88%), Tenaris (+0,73%).

ALTRI MERCATI – In ambito valutario, l’euro -0,94% a $1,3326; dollaro/yen -0,40% a JPY 93. Euro/yen -1,29% a JPY 123,99.

Quanto alle commodities, i futures sul petrolio +0,64% a $97,63 al barile, quotazioni oro +0,09% a $1.646,60 l’oncia.

________________________________________

TRA GLI HIGHLIGHT DI GIORNATA

MPS: finisce in manette il primo banchiere, Baldassarri, per presunta frode

Le banche dovranno giustificare rifiuto nel concedere prestiti.

buffet: compra ketchup heinz per 23 mld dlr.

Fisco/ Commissione Ue presenta proposta Tobin tax per 11 paesi.

Imu: Delrio (anci), 2013 Anno Terribile. Nuovo Governo Riduca.

Mps: Baldassari Ed Alexandria. Una Saga Lunga 7 Anni (punto).

Economia in picchiata in tutta Europa Italia -0,9% nel quarto trimestre 2012.

Mps, arrestato l’ex direttore Baldassarri Su di lui “gravi indizi e pericolo di fuga”.

Bce: Analisti Confermano Stima Pil 2013 +0,3%, Tagliano 2014 A +1,1%.

Bce: Spf rivede al ribasso stime, crescita nulla in 2013, pil +1,1% in 2014.

Pil: Istat, Nel 4* Trimestre -0,9%, Su Base Annuale -2,7%.

Greci i più pessimisti sulla Terra, 40% non ha reddito sufficiente.

Barclays taglia 3.700 posti ma paga due miliardi di bonus ai manager.

Recordati: Credit Suisse Alza Stime Eps 2013-16 Del 7/8%.

Borsa: Milano sale (+0,3%) con Finmeccanica, Saipem e Bpm.

Nestle’: Chiude 2012 Con Utile Netto Di 10,6 Miliardi Di Franchi +11,5%.

Borse europee deboli dopo i dati pil di Francia e Germania.

Germania: nel IV trimestre pil -0,6%, +0,7% in 2012.

UniCredit/ Con Renault-Nissan in Russia nel finanziamento auto.

Rio Tinto: Chiude 2012 Con Una Perdita Di 2,99 Miliardi Di Dollari.

Borsa: avvio negativo per piazze europee, Francoforte -0,14%.

Finmeccanica:avvio nervoso in Borsa,oscilla vicino a parita’.

Bnp Paribas: Chiude 2012 Con Utile Netto Di 6,5 Mld. Dividendo 1,50 Euro.

Pansa nuovo ad. Moody’s conferma rating ma giù outlook.

Mps, Adusbef contro Draghi. Monti “Ponzio Pilato” agisca e commissari Bankitalia.

Giappone: Boj mantiene tassi invariati a 0-0,1%.

Borsa: Asia positiva con conferma piano Boj su asset.

Renault: nel 2012 fatturato -3,2%, utile netto a 1,7 mld (-18,8%).

Borsa Tokyo: Chiude In Rialzoa. Nikkei-225 +0,5%.

Il mercato è dominato dalle boiling room e sale trading come quella di JPMorgan Chase, dove scommesse fino a un leverage di $200 miliardi e guadagni (o perdite) di 5-6 miliardi sono la norma, nel portafoglio derivati su crediti sintetici. Quindi per vincere sulle lobby bancarie e per non essere continuamente manipolati vi invitiamo – trader, gestori e promotori finanziari della famiglia di WSI – ad essere più sofisticati, piu’ aggressivi, preparati, tecnici, e soprattutto flessibili in un mercato pieno di trappole ma anche di enormi opportunita’. Questo è il vostro spazio per operativita’, commenti flash e strategie di trading. Fatevi sotto.

____________________________________