BOMBA ELETTRONICA ALLA DEUTSCHE MORGAN

10 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Deutsche Morgan Grenfell ha registrato ingenti perdite nelle sue attivita’ di trading obbligazionario dovute ad una ‘bomba elettronica a tempo’ immessa nel sistema computerizzato della societa’ da un suo ex dipendente.

Lo dice oggi il quotidiano americano New York Post, che pero’ non fornisce dati sull’entita’ delle perdite.

Secondo il quotidiano, Tony Xiaotung Yu, non soddisfatto del trattamento ricevuto dalla societa’ controllata dal gruppo Deutsche Bank, avrebbe deciso di vendicarsi riscrivendo i codici del programma da lui stesso progettato par la societa’ anni prima.

L’espediente avrebbe dovuto operare cambiando lentamente l’operativita’ del sistema, che la Deutsche Morgan Grenfell usa per la contrattazione dei bond, con lo scopo preciso di far perdere denaro alla banca. Questo, tuttavia, senza apportare nessun vantaggio finanziario a Xiaotung Yu.

La Deutsche Morgan Grenfell si e’ accorta presto del malfunzionamento del sistema ed ha avviato un’indagine interna, avvertendo anche le autorita’ competenti. Il sospetto e’ caduto subito sul creatore del software, Yu, che si trova ora in stato d’arresto.

La societa’, tuttavia, ha dovuto investire 50 mila dollari per riscrivere il programma ed eliminare gli errori di programmazione.