Bolletta gratis in Uk per chi partecipa al progetto per ridurre consumi elettrici

9 Febbraio 2022, di Mariangela Tessa

Bolletta gratis per incentivare i consumatori a ridurre l’utilizzo di energia elettrica durante le ore di punta in modo da permettere un riequilibrio della rete e rendere inutile la costruzione di nuove centrali.

Questo l’obiettivo di un progetto promosso in Gran Bretagna da National Grid ESO, l’ente responsabile della gestione del sistema elettrico britannico, insieme al fornitore di elettricità domestica Octopus Energy.

Lo riporta il Financial Times, spiegando che si tratta del più grande studio sul ruolo che i consumatori domestici possono svolgere nell’aiutare a bilanciare la domanda e l’offerta di elettricità. Tutto nasce dalle raccomandazioni di di organizzazioni indipendenti come il Climate Change Committee, che fornisce consulenze in materia al governo britannico, secondo cui il consumo di elettricità dovrà diventare sempre più “flessibile” man mano che il paese compie la transizione verso un’elettricità più pulita.

Attualmente, le centrali elettriche a gas soddisfano la maggior parte della domanda di elettricità del paese quando le energie rinnovabili come l’eolico e il solare non stanno generando sufficiente potenza. Il Regno Unito si è impegnato a decarbonizzare il proprio sistema elettrico entro il 2035 come tappa intermedia verso l’obiettivo della neutralità carbonica entro il 2050. L’anno scorso, il gas ha rappresentato il 37% della produzione di elettricità della Gran Bretagna, la medesima percentuale ottenuta combinando i contributi di impianti eolici, solari e biomasse.

Bolletta gratis, come funziona il test

Le industrie britanniche sono coinvolte da tempo in programmi di flessibilità noti come ‘demand-side response’, ma fino ad ora non erano stati lanciati programma su grande scala per i consumatori privati.
In sostanza, la fase di test avrà una durata di due mesi e riguarderà circa 100mila famiglie, che fanno parte di quella quota di 1,4 milioni di clienti Octopus Energy che dispongono di “contatori intelligenti” digitali nelle proprie abitazioni.

Dall’11 febbraio al 31 marzo verrà chiesto ai partecipanti di soddisfare l’obiettivo individuale richiesto, con un “rifiuto” dell’elettricità di due ore nelle fasce orarie 9-11, 16.30-18.30 o 24-2.
Le famiglie verranno avvisate il giorno prima della richiesta e parteciperanno a un solo evento giornaliero. Nel caso di raggiungimento dell’obiettivo l’energia usata in quella finestra di due ore sarà per loro gratuita.