Bitcoin: c’è un paese che detiene più riserve in criptovalute che in oro

22 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Per la prima volta nella storia, c’è un paese che detiene nei suoi forzieri più Bitcoin che oro. Si tratta della Bulgaria che, stando a documenti in circolazione, detiene in cassaforte oltre 200mila bitcoin, con un valore attuale di circa 2,1 miliardi di dollari. Un valore superiore alle riserve di oro del paese, stimate in 40 tonnellate, per un valore complessivo 1,8 miliardi di dollari.

La montagna di criptovalute nasce dall’operazione PRATKA: nel maggio 2017 un comunicato stampa del centro per l’applicazione della legge del Sud-Est Europeo (SELEC) annunciò che più di 200mila bitcoin erano stati sequestrati dalle autorità bulgare a un’importante banda criminale i cui membri, principalmente cittadini bulgari,  avevano investito la maggior parte dei soldi ottenuti dalle attività illegali in bitcoin. Tutto ciò con lo scopo di nascondere le proprie tracce.

Il bottino dell’organizzazione criminale si attestava allora intorno al mezzo miliardo di dollari ma ai prezzi correnti il valore è calcolato intorno di 2 miliardi di dollari. Una cifra mostre che è ancora più impressionante se si pensa che la Bulgaria detiene nelle casse statali circa 40, 4 tonnellate di oro per un controvalore di 1,8 miliardi di dollari.