BEREZOVSKIJ AL GUARDIAN: STO TRAMANDO CONTRO PUTIN

13 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Londra, 13 apr – Dalla sua “base” londinese, il magnate Boris Berezovskij sta organizzando un piano per il violento rovesciamento di Vladimir Putin, dopo aver intessuto una fitta rete di contatti con membri dell’elite politica russa: a rivelarlo è lo stesso protagonista, che ha parlato in un’ intervista esclusiva al “Guardian”. Con parole rigorosamente calcolate, che hanno già scatenato le ire di Mosca e che rischiano di inasprire le tensioni già esistenti tra il Cremlino e Londra, il miliardario ha dichiarato di finanziare persone vicine al presidente che starebbero escogitando un piano per detronizzare quello che spesso è stato definito lo “zar” del XXI secolo. “Dobbiamo usare la forza per cambiare questo regime – ha detto Berezovskij – con mezzi democratici o con regolari elezioni non è possibile”. Quando il giornalista del quotidiano inglese ha chiesto se il magnate stesse fomentando una rivoluzione, Berezovskji ha affermato: “E’ proprio così”. Secondo il “Guardian”, che ricorda l’enorme influenza politica che il miliardario esercitava nella madre-patria prima di essere forzatamente esiliato nel 2001, Berezovskij disporrebbe di una fortuna stimata attorno agli 850 milioni di sterline, con la quale potrebbe davvero fornire i mezzi finanziari al piano.