Banca Mediolanum, Pirovano nuovo presidente dopo dimissioni Doris

29 Settembre 2021, di Massimiliano Volpe

Dopo dimissioni a sorpresa del fondatore di Banca Mediolanum Ennio Doris comunicate lo scorso 21 settembre dalla carica di presidente il cda della banca ha scelto Giovanni Pirovano come suo successore.

Pirovano sedeva già nel board della banca nel ruolo di vice presidente. Per Ennio Doris è stata introdotta la carica di presidente onorario.

A sua volta la carica di vice presidente sarà ricoperta dalla consigliera Sara Doris, secondogenita di Doris.

Ennio Doris (leggi la sua biografia) ha lasciato gli incarichi operativi in Banca Mediolanum con in dote una rete di oltre 5.600 family banker, 3.140 dipendenti e una capitalizzazione di borsa della società di 6,5 miliardi di euro.

Oltre ad essere stato vice presidente di Banca Mediolanum, Pirovano riveste il ruolo di Presidente della Mediolanum Fiduciaria SpA, di Consigliere del Banca Mediolanum SA (Spagna) e di Bankhaus August Lenz & Co. AG (Germania). Precedentemente ha ricoperto la carica di Direttore Generale di Banca Mediolanum dalla sua data di costituzione (1997) fino al 2010.

E’ membro del Comitato di Presidenza e del Comitato Esecutivo dell’Abi, Vice Presidente dell’Associazione Sviluppo Studi Banca e Borsa (ASSBB) e Consigliere dell’Associazione Banche Private (Assbank).
Nell’ambito dell’industria bancaria, Giovanni Pirovano è Consigliere e membro del Comitato Esecutivo di Cedacri SpA e Consigliere di CartaSi.

Ha iniziato la sua carriera professionale come export-manager delle Officine Meccaniche Agrati, sucessivamente nel Banco Ambrosiano è stato responsabile tesoreria e direttore generale di Ambro Italia SpA. Nella Banca Popolare di Novara ha ricoperto la carica di Direttore Centrale Area Finanza.
Master in Business Administration presso l’università Bocconi. Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.