Banca Mediolanum, nel primo semestre stabile la redditività. Record per masse gestite

31 Luglio 2019, di Mariangela Tessa

Banca Mediolanum ha chiuso il primo semestre con un utile netto consolidato in lieve calo a 171 milioni, dai 175 milioni del primo semestre 2018 (-2,28%). In compenso, il margine operativo ha raggiunto 196 milioni, segnando un incremento del 41% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Secondo una nota diffusa dal gruppo, nello stesso periodo le commissioni nette sono salite a 402 milioni (+24%), mentre il margine da interessi è aumentato del 28% ad 112 milioni per via dell’ulteriore accelerazione nell’incremento degli impieghi alla clientela retail e alle attività di tesoreria.

Nel frattempo, il totale delle masse gestite e amministrate è salito alla cifra record di 80,3 miliardi, maggiore del 5% rispetto al 30 giugno 2018 e dell’8% rispetto alla fine del 2018, grazie al recupero dei mercati verificatosi nel primo semestre del 2019 e al positivo contributo della raccolta netta.

La raccolta netta totale è stata positiva per 2 miliardi, quella gestita ha raggiunto 1,4 miliardi. Il Common Equity Tier 1 Ratio al 30 giugno 2019 è pari al 19%, confermandosi uno dei più alti in Italia.

Relativamente alle attività sul mercato italiano, la raccolta netta totale è stata positiva per 1,7 miliardi, mentre quella in risparmio gestito si è attestata a 1,2 miliardi. Gli impieghi alla clientela retail hanno raggiunto 9 miliardi, in crescita del 15% rispetto al 30 giugno 2018 e dell’8% rispetto al 31 dicembre

L’incidenza dei Crediti deteriorati netti sul totale crediti è stata pari allo 0,71%. A fine giugno l’istituto vantava una rete di Family Banker pari a 4.167. Il totale dei clienti al 30 giugno 2019 si attestava a 1.266.400

Per quanto riguarda i mercati esteri, la società ha registrato un utile netto di 4 milioni. Le masse gestite e amministrate si sono attestate a 6,1 miliardi, in aumento dell’11% rispetto al 30 giugno 2018 e del 13% rispetto a fine 2018
La raccolta netta è stata positiva per 330 milioni complessivi nel semestre. In particolare, quella in risparmio gestito si è attestata a 189 milioni.