Banca Ifis, che scossone: Bossi sfiduciato, in serata il nuovo a.d.

11 Marzo 2019, di Alessandro Chiatto

Terremoto ai vertici di Banca Ifis. La banca, quotata a Piazza Affari, attraverso un comunicato stampa ha spiazzato tutti, spiegando che l’amministratore delegato Giovanni Bossi (nella foto), alla guida dell’istituto da circa 25 anni, “ha ricevuto una comunicazione personale a lui indirizzata a mano dal presidente de La Scogliera, Sebastien Egon von Fürstenberg, con la quale quest’ultimo, confermandogli l’apprezzamento per il lavoro svolto in tanti anni di guida della banca quale amministratore delegato, gli ha voluto, per correttezza, anticipare la decisione del socio di maggioranza di non presentarlo nella lista in corso di definizione che sarà depositata in vista dell’Assemblea chiamata a rinnovare il Cda della banca”. Bossi resterà in carica ancora circa un mese, sino all’assemblea di approvazione del bilancio e di nomina dei nuovi organi sociali.

La nota precisa anche  che non sono in essere accordi relativi al riconoscimento di trattamenti di cosiddetta severance (buonuscita, ndr) all’amministratore delegato.

In serata il nuovo amministratore delegato

L’azionista di riferimento dell’istituto veneto ha reso noto che questa sera sarà comunicato il nome del nuovo ceo. La Scogliera, come si legge nel comunicato, spiega che il nuovo amministratore delegato verrà inserito all’interno dei candidati componenti la lista di maggioranza, già definita, che verrà depositata nel corso di questa settimana, in vista dell’assemblea dei soci del 19 aprile. Il soggetto “vanta una lunga e composita esperienza nel settore, sia nell’ambito di importanti banche commerciali che nell’ambito di banca d’affari“. I consiglieri che affiancheranno il ceo nel corso del triennio, inseriti nella lista di maggioranza, sono “di primario standing e idonei ad assicurare il livello di professionalità, competenza e conoscenza richiesto ai fini di una composizione ottimale del cda, secondo quanto previsto dalla normativa e dalle best practices di settore, nonché in linea con le raccomandazioni del codice di autodisciplina, tenendo altresì conto delle indicazioni formulate dal cda uscente nel documento sulla composizione quali-quantitativa ottimale del consiglio di amministrazione della banca in termini di incremento dei componenti il consiglio“. Il titolo in mattinata è stato subito sospeso con una perdita teorica del 9,9% a 16,08 euro per azione.