Azimut su Aletti: non interessati a queste condizioni

26 Luglio 2017, di Alessandro Piu

 

Non se ne fa nulla, almeno alle condizioni attuali. Azimut ha messo a tacere le indiscrezioni su una possibile offerta per Aletti Gestielle, il polo del risparmio gestito di Banco Bpm. In una nota ha precisato che “alle condizioni attuali non è interesse della società”, pur confermando di aver preso in considerazione il dossier “come sempre di fronte a un’opportunità”.

Secondo le indiscrezioni pubblicate stamane da Il Messaggero, l’offerta di Azimut sarebbe dovuta arrivare domani, dopo il consiglio di amministrazione e sarebbe dovuta essere migliore di quella finora messa sul tavolo da Anima.

Rimangono quindi due, al momento, i pretendenti per Aletti: Anima e un operatore estero. L’offerta di Anima, che cerca di creare il terzo polo del risparmio gestito italiano insieme a Poste, è al momento in stand by. L’amministratore delegato di Banco Bpm, Giuseppe Castagna, non ha nascosto di puntare a una valorizzazione di almeno 700 milioni di euro per Aletti.

Anima recupera a Piazza Affari

Dopo aver aperto le contrattazioni in forte ribasso stamattina, il titolo Anima ha recuperato parte del passivo e, dopo il giro di boa di metà seduta, perde poco meno del 2%. Poco variati Azimut (+0,27%) e Banco Bpm che è però sceso in territorio negativo e perde lo 0,35% circa.