Australia: CEO di Westpac Banking, costi troppo elevati

11 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Gail Kelly, CEO di Westpac Banking ha dichiarato che la seconda banca più grande d’Australia continua ad avere costi di finanziamento sostanzialmente più elevati e che tassi di interesse sui prestiti aumenteranno “nel tempo”. Le osservazioni di Kelly mettono in evidenza che in Australia le principali banche stanno ancora valutando le escursioni di interesse sui prestiti ai clienti al di là del tasso ufficiale della Banca Centrale Australiana. “I costi di finanziamento sono aumentati come diretta conseguenza della crisi finanziaria globale,” ha detto Kelly in un pranzo di lavoro a Sydney. La Reserve Bank of Australia il 5 ottobre scorso ha preso una decisione sorprendente: mantenere i tassi di interesse al 4,50%. Westpac subito dopo la decisione, ha dichiarato che anche i propri tassi sarebbero rimasti stabili e che non c’era ” nessun piano” di cambiare il tasso variabile standard sui mutui prima della prossima riunione della banca centrale all’inizio di novembre.