Asta Tesoro: rendimenti in calo, tutto merito della Bce

26 Agosto 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il Tesoro italiano ha emesso 8,5 miliardi di euro in Bot a sei mesi a un rendimento al 2,14%, in calo rispetto al 2,269% dell’ultima asta dello scorso 26 luglio. Il rapporto bid to cover è aumentato a 1,66 contro il rapporto di 1,56 dello scorso mese.

Il Tesoro ha collocato anche Ctz per un valore di due miliardi di euro con bid to cover a 1,94 e rendimento al 3,40%, in deciso ribasso contro il 4% dell’asta di luglio.

Il miglioramento dell’esito dell’asta è tutto merito della Bce e degli acquisti di titoli di stato italiani e anche spagnoli che continua a effettuare.

I rendimenti dei titoli a 10 anni italiani sono scesi infatti di più di 100 punti base da quando l’operazione della Bce è iniziato, lo scorso 8 agosto.

Prima di allora, i rendimenti dei decennali italiani era balzati al massimo dall’introduzione dell’euro, complici le speculazioni contro l’Italia. Molti sono gli analisti, tuttavia, che avvertono che gli aiuti della Bce avranno un impatto solo temporaneo sulla performance dei BTP.

Nel frattempo, lo spread Italia-Germania rimane stabile, attestandosi al di sopra di quota 286. Da segnalare tuttavia che i rendimenti dei titoli italiani a dieci anni rimangono al di sopra di quota 5%, e sono ancora superiori a quelli spagnoli.