Assicurazioni, Cerchiai “servono regole patrimoniali non penalizzanti”

8 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – È interesse generale garantire per il sistema assicurativo regole di bilancio e di solvibilità che non costringano le compagnie a vendere i titoli quando le oscillazioni dei valori sono elevate. E’ qianto sottolinea il Presidente dell’ANIA, Fabio Cercvhiai, nella relazione annuale. In presenza di una riconosciuta turbolenza sui mercati ricorda Cerchiai – ha operato nel biennio 2008-2009 un’apposita normativa anticiclica, introdotta su iniziativa del Governo, che eliminava, per le società di qualunque settore economico, la spinta a dismettere titoli destinati a una ripresa di valore”. “I recenti andamenti dei mercati ripropongono la necessità di valutare attentamente la situazione, al fine di assumere tempestivamente analoghe e opportune decisioni, anche per evitare una caduta del gettito fiscale”. “Più in generale, le nuove normative in fase di elaborazione a livello europeo, note con il nome di Solvency II – precisa Cerchiai – devono trovare un punto di equilibrio che protegga da eccessive e ingiustificate richieste di requisiti patrimoniali o da illogiche penalizzazioni nelle regole di investimento”.