Artemis: “Azioni Usa a buon mercato per la prima volta in due anni”

3 Dicembre 2018, di Alberto Battaglia

Non tutti gli analisti sono così convinti che l’avanzata della crescita statunitense sia prossima al capolinea. “Crediamo che l’attuale ciclo economico abbia innanzi a sé anni, piuttosto che mesi”, ha scritto in una nota Cormac Weldon, gestore del fondo azionario Artemis US Select fund. Secondo Weldon la recente ondata di vendite sul mercato azionario, considerata la visione positiva del fund manager sull’andamento dell’economia americana, apre “per la prima volta in due anni” un’opportunità di acquisto “a buon mercato”.
“Anche prima della correzione”, ha spiegato il gestore “gli utili crescevano così rapidamente che i multipli di valutazione stavano diminuendo. I guadagni nell’ambito dello S&P 500 sembrano essere aumentati di circa il 26% quest’anno”. A questa premessa, si aggiunge una visione ottimista anche sull’andamento della produttività delle aziende americane che permetterebbe di mantenere un’espansione dell’economia compatibile con un’inflazione stabile. Secondo Weldon il mercato del lavoro americano, ormai stretto da un tasso di disoccupazione assai contenuto, fa sentire i suoi effetti soprattutto nel settore edilizio, “ciononostante, l’indice dei prezzi al consumo è ancora relativamente favorevole e potrebbe diminuire moderatamente nei prossimi sei mesi”.

 
I maggiori rischi, piuttosto, sono costituiti dalla lotta commerciale fra Cina e Stati Uniti i cui esiti non potrebbero non colpire i listini americani. Gli sviluppi successivi al vertice fra il presidente Trump e Xi Jinping sembrano dare un po’ di respiro su questo versante: la Cina “ha concordato di ridurre e rimuovere i dazi sulle auto provenienti in Cina dagli Usa” che “attualmente sono al 40%”, ha dichiara il presidente americano sui suoi profili Twitter.