Anche Kodak vuole la propria criptovaluta: titolo raddoppia il suo valore in una seduta

10 Gennaio 2018, di Mariangela Tessa

Anche Kodak si lancia nel mercato delle monete digitali. Il gruppo un tempo famoso in tutto il mondo per le sue pellicole fotografiche e ora specializzato in servizi, hardware e software per l’imaging ha comunicato che lancerà una criptovaluta (KODAKCoin) e una piattaforma (KODAKOne) basata su Blockchain, la tecnologia sottostante Bitcoin, pensata per “dare ai fotografi e alle agenzie piu’ potere nel prendere un maggiore controllo nella gestione dei loro diritti sulle immagini”.

Come già successo in altri casi, è bastato pronunciare la parola “blockchain” per far decollare la società in borsa. Da mesi sonnolento e senza scossoni, ieri il titolo di Kodak ha più che raddoppiato il suo valore al New York Stock Exchange (+117% a 6,65 dollari; la seduta era iniziata a 3,10 dollari).

Il titolo resta lontano dai 26 dollari a cui viaggiava quando nell’ottobre 2013 quando tornò al Nyse dopo un delisting avvenuto nel gennaio 2012 sulla scia di una bancarotta che ha costretto il gruppo a trasformarsi. Nel dicembre di quell’anno sfiorò i 35 dollari. Da allora è iniziata una discesa sui minimi storici dal ritorno a Wall Street pari a 2,95 dollari, toccati il 28 dicembre 2017.