Amplifon: gli ultimi giudizi degli analisti, il titolo ha corso tanto

2 Novembre 2021, di Mariangela Tessa

Il titolo Amplifon ha corso troppo, meglio adottare un atteggiamento cauto: è questo in media il giudizio degli analisti sul titolo del produttore di apparecchi acustici quotato a Piazza Affari, che da inizio anno ha accumulato un apprezzamento del 31% circa e ora si aggira intorno a 44,7 euro, poco sotto i massimi dell’anno (46,12), toccati il 23 settembre.

Amplifon, i giudizi degli analisti

Secondo le raccomandazioni degli analisti il consensus su Amplifin è di mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sopravvalutazione dell’8% circa.

Lo spunto per rimettere mano ai giudizi è stato offerto dalla recente diffusone dei dati di bilancio, quelli del terzo trimestre. Equita sim (rating hold e target price a 39 euro) ha segnalato i risultati sono stati in linea con le attese, con una crescita organica guidata dalle Americhe che hanno compensato l’area Asia-Pacifico.

Nel terzo trimestre dell’anno, l’azienda ha realizzato un giro d’affari di 459,1 milioni, in crescita del 19% rispetto al terzo trimestre del 2019 e del 6,8% rispetto a quello 2020. L’ebitda ricorrente in questo caso è pari a 94,2 milioni, riportando un progresso del 23,8% rispetto al 2019, mentre si registra una flessione del 3% rispetto all’andamento registrato nel terzo trimestre del 2020, periodo che ha beneficiato di proventi straordinari relativi all’emergenza Covid-19.

L’utile netto è stato pari a 25,7 milioni in aumento del 57,3% rispetto al terzo trimestre del 2019 e in flessione del 10% rispetto al terzo trimestre del 2020. Positivo anche bilancio a nove mesi: Amplifon ha riportato per i primi 9 mesi dell’anno una crescita del 159,9% dell’utile netto a 106 milioni di euro a fronte di una crescita dei ricavi del 37% a 1.418,6 milioni di euro.

Gli analisti di Equita hanno quindi confermato le stime 2021, che però ora “godono di maggiore visibilità visti i risultati del terzo trimestre, la partenza del quarto trimestre e il grado di confidenza del management”.

Tra gli ultimi giudizi, Morgan Stanley ha un giudizio equal weight con un target price di 43 euro. Decisamente più prudenti, gli esperti di Goldman Sachs che invece giudicano il titolo neutrale con target price di 38 euro. Un obiettivo di prezzo pari a 40 euro accomuna Bernestein e Mediobanca, che hanno sul titolo un giudizio di acquisto a market perform e neutral.

Banca Akros ha invece ridotto il rating su Amplifon da accumulate a neutral, con un prezzo obiettivo a 44,5 euro. I “buoni risultati dei primi nove mesi dell’anno supportano la guidance 2021”, hanno commentato gli analisti.

Kepler Cheuvreux, infine, ha confermato la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 43 euro sul titolo dopo i conti trimestrali in linea con le attese. “Con un forte ottobre incorporato, la guidance 2021 è stata confermata”, hanno concluso gli analisti.