Ambiente, CDM interviene su proroga MUD e assegnazione quote CO2

30 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio dei Ministri ha approvato oggi un pacchetto di norme urgenti, su proposta dei Ministri Prestigiacomo, Scajola e Matteoli. La prima riguarda il differimento al 30 giugno 2010 della presentazione delle dichiarazioni relative al modello unico di dichiarazione ambientale (MUD), dopo gli allarmi lanciati nei giorni scorsi dagli stessi imprenditori. Un altro intervento riguarda le misure per l’assegnazione di quote di emissione di CO2 ad operatori energetici ed industriali, per impianti entrati in funzione dopo l’adozione del Piano nazionale di assegnazione (PNA) delle quote medesime per il periodo 2008-2012. La norma – si legge nella nota del CDM – risolve il grave problema dell’insufficienza delle quote oggi disponibili per soddisfare le richieste di assegnazione presentate da operatori energetici ed industriali per impianti entrati in funzione dopo l’adozione del Piano.