Amazon, ok dell’Authority Usa alla flotta di droni “Prime Air”

31 Agosto 2020, di Alberto Battaglia

Il ronzio dei droni Amazon è sempre più vicino alla porta di casa. Oggi Amazon Prime Air, la flotta di droni del colosso dell’e-commerce, ha ottenuto l’approvazione della Federal aviation administration, autorità che regola l’aviazione civile negli Stati Uniti. E’ la stessa agenzia a chiarire che Amazon, grazie a questa autorizzazione, potrà “consegnare pacchi in sicurezza ed efficienza ai clienti”.

Attualmente la società ha fatto sapere di non essere ancora pronta per lanciare il suo servizio di consegne “volanti” su larga scala. La sperimentazione sul campo, però, è già iniziata e l’obiettivo resta ambizioso: offrire la consegna entro 30 minuti dall’ordine in tutto il mondo.
Questo non significa che il servizio sarà disponibile in tutti i contesti urbani: nella richiesta inoltrata alla Faa nell’agosto 2019 veniva chiarito che i droni sarebbero stati impiegati in aree a bassa densità abitativa e per le consegne di pacchetti il cui peso non fosse superiore a 2,2 chili circa (5 libbre).

“Il servizio arriverà in tutto il mondo”

“Questa certificazione è un importante passo avanti per Prime Air”, ha dichiarato il vice presidente di Amazon nonché responsabile di Prime Air, David Carbon. Questa decisione “indica la fiducia della FAA nelle procedure operative e di sicurezza di Amazon nella direzione di un servizio di consegna di droni autonomo che un giorno consegnerà pacchi ai nostri clienti in tutto il mondo”.
E’ la prima autorizzazione di questo tipo ottenuta da Amazon nel mondo, ma non è un’anteprima assoluta se si allarga lo sguardo anche ad alcuni competitor della società guidata da Jeff Bezos: Wing, società dell’orbita Google, aveva ottenuto il via libera della Faa già lo scorso aprile, proclamandosi il primo servizio di consegne via drone degli Stati Uniti.

“Continueremo a sviluppare e perfezionare la nostra tecnologia per integrare completamente i droni di consegna nello spazio aereo e lavoreremo a stretto contatto con la Faa e altri regolatori in tutto il mondo per realizzare la nostra visione della consegna di 30 minuti”, ha aggiunto Carbon.