Altro che camerieri, ecco i lavori più ambiti dagli stranieri che cercano lavoro a Londra

21 Febbraio 2020, di Mariangela Tessa

A molti sembrerà strano. Eppure la maggior parte degli stranieri che guardano al Regno Unito come meta per sbarcare il lunario non sono a caccia di lavoro poco qualificati. Anzi. I più attivi sul web sono alla ricerca di un posto all’interno delle università britanniche come professore (il 37%), professione per la quale lo stipendio medio si aggira sopra le 41 mila sterline.

È quanto emerge da sondaggio condotto dal sito di ricerca di lavoro online Indeed, motore di ricerca per trovare lavoro, che ha analizzato milioni di offerte di lavoro sulla sua piattaforma, esaminando i ruoli con più la più alta percentuale di click dall’estero verso posti di lavoro nel  Regno Unito.  Non solo. A quanto pare, l’interesse per un trasferimento all’estero inizia a diminuire man mano che le posizioni aperte offrono stipendi inferiori a £ 30.000.

Subito dopo la carriera accademica, i più attivi su Internet cercano un lavoro da insegnante di francese: quasi un terzo dei click (31%), ruolo per il quale si può aspirare ad uno stipendio medio di £ 30.974.

Molto popolari anche i lavori nel settore dei software: con i post degli sviluppatori Android e dei consulenti SAP (sistemi, applicazioni e prodotti) che attirano ciascuno oltre un quarto delle visualizzazioni dall’esterno della Gran Bretagna.

Nonostante gli stipendi medi siano nettamente più alti rispetto alle figure professionali precedenti, i ruoli di legale d’azienda (£ 81.424, tuttavia) sono solo quinto posto della top ten.

D seguito i 10 posti di lavoro più ricercati nel 2019:

  • Professore universitario
  • Insegnante di francese
  • Sviluppatore Android
  • Consulente SAP
  • Avvocato aziendale
  • Ricercatore post-doc
  • Sviluppatore Java senior
  • Ingegnere
  • Ricercatore
  • Sviluppatore Salesforce

La ricerca è stata pubblicata pochi giorni prima che il governo britannico confermasse i piani per abbassare la soglia salariale richiesta per i lavoratori qualificati all’estero, che si stanno candidando per un lavoro nel Regno Unito.