ALTRE SVALUTAZIONI IN ARRIVO PER UBS, CITIGROUP, MERRILL LYNCH

9 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

Un’analista di Oppenheimer & Co. (che in passato era stata molto accurata nelle sue previsioni) stima che Citigroup, Merrill Lynch e UBS dovranno mettere in bilancio passivita’ per ulteriori $10 miliardi oltre a quelli gia’ persi nei mesi scorsi, in seguito alle conseguenze dellA crisi subprime.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Soltanto questa settimana, e’ a META’ PREZZO! Approfitta di questa offerta speciale, clicca sul
link INSIDER

Le ulteriori svalutazioni per Citigroup, Merrill Lynch e UBS per complessivi $10 miliardi sulle posizioni di debito hanno un motivo preciso di essere, scrive l’agenzia Bloomberg: i due maggiori assicuratori americani di bond (monoline) sono stati penalizzati con l’eliminazione del rating tripla A, stando all’analista di Oppenheimer & Co. Meredith Whitney.

MBIA e Ambac Financial Group, leader mondiali nel settore dell’assicurazione di titoli obbligazionari corporate, lo scorso 5 giugno hanno visto ridursi da Standard & Poor’s il rating indicativo della massima solidita’ finanziaria. Cio’ ha comportato a catena effetti immediati sul rating di oltre $1 trilione (1000 miliardi) di titoli obbligazionari garantiti appunto da MBIA e Ambac Financial Group, compresi quindi quelli in portafoglio a Citigroup, Merrill Lynch e UBS.

La Whitney, secondo Bloomberg, aveva previsto correttamente che Citigroup avrebbe tagliato il suo dividendo. Adesso l’analista ha aumentato la stima di perdite legate alle “monoline” rispetto a una sua previsione risalente allo scorso gannaio che valutava il “buco” complessivo in $40 miliardi.