Alert contrarian: Abby Cohen e’ ottimista sulla crescita economica

23 Giugno 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Crescono i timori sull’economia Usa, tanto che gli ultimi dati economici poco rassicuranti hanno portato Goldman Sachs a tagliare le stime sulla crescita del Pil. Ma la situazione è davvero così preoccupante?

Ci pensa Abby Joseph Cohen a portare una ventata di ottimismo, per lo meno per chi si fidasse. La strategista senior della banca d’investimento, conosciutissima per il suo continuo posizionamento toro, costantemente smentito dai risultati del mercato, sostiene che gli Stati Uniti subiranno solo un rallentamento temporaneo che comunque non andrà a compromettere il rally atteso nell’azionario.

“Crediamo che una crescita del Pil del 2% nel trimestre non sia male, e comunque il numero dovrebbe crescere verso la fine dell’anno”, ha detto Cohen durante un’intervista alla CNBC. L’economia continuerà un’espansione attorno al 3% per il resto del 2011, ha aggiunto, un livello che supporterà le stime di Goldman sullo Standard & Poor’s 500 verso i 1.450 punti entro la fine dell’anno, un rialzo di circa il 12% rispetto ai valori attuali.

Le parole di Cohen sono arrivate prima di quelle della Fed che, seppur riconoscendo la grave situazione dell’economia, con la disoccupazione al 9,1% e con un double-dip del prezzo delle case, non ha cambiato la sua politica di terminare a giugno il programma da $600 miliardi di acquisto di titoli di Stato conosciuto come QE2.

Leggere anche:

Cohen (Goldman) resta ottimista: a fine anno S&P 500 a quota 1300

Goldman Sachs sbaglia le previsioni di borsa del 30%

Goldman Sachs: seguite i suoi consigli. E perderete

Alert Abby Cohen, contrarian indicator n.1. “L’economia Usa rallentera’, la borsa no”, prevede

La Cohen ci riprova, l’P&P500 tornera’ a 1300