AD ANNA POLITKOVSKAJA IL PREMIO UNESCO

30 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Parigi, 30 mar – Un premio alla memoria per ricordare l’impegno della giornalista Anna Politkovskaja, assassinata a Mosca il 7 ottobre 2006. L’Unesco ha assegnato alla reporter russa il premio mondiale per la libertà di stampa che porta il nome del giornalista colombiano Guillermo Cano, ucciso a Bogotà il 17 dicembre 1986 dai sicari del narcotraffico, mentre, come direttore di “El Espectador”, stava conducendo una campagna per denunciare le infiltrazioni della mafia nella vita politica del paese. Presieduta da Kavi Chongkattavoru, la giuria del premio, giunto alla decima edizione, ha sottolineato il “coraggio” e la “tenacia incredibile” della giornalista russa che “ha continuato – ha sottolineato la giuria – a coprire gli avvenimenti in Cecenia in un momento in cui tutto il mondo se ne stava disinteressando”. “Il suo impegno e la sua ricerca temeraria della verità – ha spiegato Chongkattavoru – la rendono un punto di riferimento per il giornalismo”. La consegna ufficiale del premio si tiene tradizionalmente durante la giornata mondiale della libertà di stampa, il 3 maggio, che quest’anno l’Unesco celebrerà a Medellin, città natale di Guillermo Cano.