#ABCfinanza: tutto quello che devi sapere per investire in ETF

8 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (ADVISE ONLY) – Abbiamo parlato più volte su questo blog di ETF e dei loro (ETC ed ETN), spiegando quali sono le loro caratteristiche. Oggi vediamo come e dove acquistare questi strumenti. Diamo però prima un’occhiata ai numeri del settore degli ETF.

L’industria degli ETF in Italia

Dati alla mano notiamo come anno su anno vi sia una crescita costante a doppia cifra delle masse gestite. Due i fattori alla base della crescita: la diffusione di questi strumenti e l’incremento del numero di emittenti, che contribuiscono all’innovazione continua del prodotto e al mantenimento della concorrenza in termini di costi.

Le masse in gestione in Italia a fine agosto 2013 hanno raggiunto un nuovo record storico: 23,81 miliardi di euro (21,655 miliardi per gli ETF e 2,155 miliardi per gli ETC), con una crescita rispetto a fine 2012 di circa il 14,91%. La media giornaliera di contratti è stata pari a 11.630 nel mese di agosto (+2% rispetto allo stesso periodo nel 2012). In totale il numero di strumenti quotati in Italia ammonta a 817 di cui:

  • 202 ETF azionari dei mercati sviluppati;
  • 105 ETF azionari di mercati emergenti;
  • 148 ETF obbligazionari;
  • 36 ETF style;
  • 163 ETF su altre asset class (azionari settoriali, tematici, real estate ecc);
  • 151 ETC;
  • 12 ETN sulle valute.

Negoziare gli ETF

Dove?

Tra i vantaggi offerti dagli ETF sicuramente possiamo menzionare il fatto che sono negoziati in Borsa come le azioni. È possibile in altri termini acquistare una sola quota di ETF, il cui costo è accessibile a tutti i risparmiatori, per avere una piena esposizione all’indice replicato dallo strumento (clicca “Cosa sono gli ETF e perché sono così convenienti?” per approfondire).

In Italia questi strumenti sono negoziati nel mercato ETFPlus di Borsa Italiana dalle ore 9.00 alle 17.25.

Il mercato degli ETFPlus è suddiviso in tre segmenti:

  • ETF indicizzati – ETF obbligazionari e azionari;
  • ETF strutturati- senza e con effetto leva;
  • ETC/ETN- senza effetto leva e con effetto leva.

Come?

L’ordine di acquisto o di vendita deve essere inoltrato attraverso la propria banca o SIM utilizzando i soliti canali: internet, sportello, promotore finanziario, call center.

Successivamente il market maker effettuerà l’operazione di acquisto o di vendita.

Online o at bank?

Generalmente, le banche prevedono costi di commissione e spese superiori a quelle dei broker online. Di conseguenza, anche per motivi di praticità, sarebbe meglio effettuare le operazioni di acquisto o vendita online. Nel caso si scelga quest’ultima modalità i broker online offrono gratuitamente una piattaforma di trading, utilizzabile una volta aperto un conto presso di loro. Tramite le piattaforme online è possibile effettuare gli ordini ed inserire stop-limit e stop-loss di acquisto o di vendita in base alle proprie esigenze d’investimento.

Un consiglio: inviate l’ordine di acquisto/vendita a mercati aperti, altrimenti il market maker applicherà un margine al prezzo per tenere conto di eventuali errori di stima sul prezzo che prevarrà all’apertura del mercato.

Il prezzo degli ETF

Le proposte di acquisto e vendita ai fini della conclusione dei contratti sono ordinate secondo criteri di prezzo o tempo. Come avviene per le azioni, anche il prezzo degli ETF ha dei limiti di oscillazione:

  • un limite massimo di variazione di prezzo delle proposte immesse sul mercato rispetto al prezzo di riferimento del giorno precedente;
  • un limite massimo di variazione del prezzo dei contratti sempre rispetto al prezzo di riferimento del giorno precedente;
  • un limite massimo di variazione dei prezzi tra i due contratti consecutivi.

La tassazione degli ETF

L’aliquota d’imposta prevista sulle attività finanziarie a partire dal primo gennaio 2012, prevede per gli investitori residenti e persone fisiche, l’applicazione di un’aliquota pari al 20% sui redditi da capitale e sui redditi diversi di natura finanziaria. Fanno eccezione solo i titoli di Stato ed equiparati e i titoli emessi da Enti sovranazionali e da Stati appartenenti alla c.d. fiscalità non privilegiata.

Ti interessa scoprire di più questi strumenti? Vuoi provare a realizzare un portafoglio di investimento? Sei stanco di pagare commissioni o costi poco trasparenti per i tuoi investimenti?

Prova la sezione del nostro sito dedicata agli ETF! Cerca gli strumenti in base a rischio e performance, consulta il nostro tool gratuito “Migliori strumenti“, ti permette di cercare con facilità ETF, azioni, obbligazioni per performance, costo, rischio e liquidità.

Inoltre, in pochi click, puoi costruire il tuo portafoglio con tecniche professionali (ma semplicissime) ed essere sempre informato grazie alla Gazzetta degli ETF.

Clicca per accedere alla sezione Migliori Strumenti