Difesa: spesa militare in aumento nel 2018, a pesare la servitù nucleare

2 febbraio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – In aumento nel 2018 la spesa militare italiana che secondo quanto rende noto il  Rapporto MIL€X 2018, ammonta a 25 miliardi di euro, l’1,4 per cento del Pil, con una crescita del 4 per cento rispetto al 2017.

A pesare soprattutto i costi della nostra servitù nucleare legata alle spese di stoccaggio e sorveglianza delle testate atomiche tattiche americane B-61 nelle basi italiane e alle spese di stazionamento del personale militare USA addetto e di mantenimento in prontezza di aerei e piloti italiani.

“Questi dati  dimostrano come la presenza di armi nucleari abbia impatto negativo per i Paesi che le ospitano non solo dal punto di vista politico, ma anche della spesa pubblica. L’opinione pubblica dovrebbe rendersene conto”.

Hai dimenticato la password?