WALL STREET STRAPPA UN FINALE SUI GUADAGNI

13 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo una giornata nervosa, con i principali indici di borsa in negativo per tutto il corso della seduta, i mercati hanno ripreso fiato grazie ai cacciatori d’occasioni e alla speranza di una tregua sui tassi. Nonostante i silenzi di Greenspan.

Nasdaq ha chiuso a 3.851,122 (+2,21%), Dow Jones ha chiuso a 10.631,03 (+0,63%), S&P 500 a 1.469,44 (+1,62%) e Russell 2000 a 513,75 (+1,03%).

Il dato sulle vendite al dettaglio, diminuite in maggio dello 0,3%, non ha avuto un impatto positivo sui mercati.

L’entusiasmo iniziale sul fronte dell’inflazione, e’ stato sepolto dalle preoccupazioni per gli utili societari, le cui prospettive di crescita sono minate dalla frenata dell’economia.

Gli investitori si sono trovati fra l’incudine e il martello: da una parte la Federal Reserve che, dopo sei strette sul costo del denaro dall’inizio del 1999, minaccia di alzare ancora i tassi d’interesse, dall’altra il valore delle azioni, che si sostenta della crescita economica.

Tra gli operatori c’e’ la sensazione che il circolo virtuoso (crescita economica e bassa inflazione) stia andando fuori sesto.

L’intervento di Alan Greenspan, il leggendario presidente della Federal Reserve, non ha certo contribuito a fare chiarezza.

Nel suo intervento via satellite da Washington, il primo banchiere centrale del mondo ha rivolto a una platea di economisti una dotta conferenza di macroeconomia, ma si e’ ben guardato dal fornire indicazioni sulle prossime mosse della Fed.

La reazione iniziale e’ stata fredda: nessuna significativa variazione degli indici ha infatti accompagnato le parole di Greenspan.

Solo al termine della seduta sono iniziati a piovere sui listini gli ordini di acquisto. I cacciatori d’occasioni hanno approfittato delle quotazioni ai minimi di molti titoli di qualita’, spingendo tutti gli indici in netto rialzo.

E’ comunque presto per dichiarare aperta la tregua, avvertono gli analisti: domani l’atteso e temuto dato sull’inflazione sara’ la bussola dei mercati.

Nel complesso hanno mosso in rialzo telecomunicazioni, utenze, fibre ottiche, editoria, farmaceutici, biotecnologie, alimentare e servizi di brokeraggio.

Segno meno per computer, cartario e distribuzione.

Tra i principali titoli in movimento quest’oggi sulla borsa di New York:

Nel settore automobilistico, Ford Motor (F) ha perso lo 0,5% dopo che un’indagine governativa ha appurato che i limiti previsti sui consumi di carburante sono stati ampiamente superati. I dati indicano che il livello di efficienza dei veicoli commerciali Ford e’ sceso a quota 24,5 nel 1999, contro il 24,6 dell’anno precedente.(vedi articolo WSI delle 08:13)

Nel settore tecnologico, Sony Corp. (SNE) ha presentato oggi il CMD-Z5, il suo nuovo cellulare Wap (Wireless application protocol) dual band con accesso diretto a Internet e possibilità di inviare e ricevere e-mail. Il titolo ha segnato un ribasso dell’ 1,5%.(vedi articolo WSI delle 08:30)

Nel settore telefonico, France Telecom (FTE) e Global Crossing (GBLX) sembrano essere interessate all’acquisizione di Equant NV (ENT), società
quotata a Parigi con sede legale in Olanda che offre servizi alle grandi Compagnie internazionali di telecomunicazioni. A meta’ giornata, il titolo France Telecom ha guadagnato lo 0,5% mentre Global Crossing ha perso quasi il 2%.(vedi articolo WSI delle 09:05)

Nel settore biotecnologico, Cell Genesys (CEGE) ha invertito la tendenza e ha chiuso la giornata di borsa con un rialzo del 0,5%. La societa’ californiana, che ha iniziato la sperimentazione sull’uomo di una nuova cura per l’AIDS, sta sviluppando un sistema innovativo di diagnosi del cancro. Il titolo e’ passato da $3 a $61 nei passati 12 mesi.

Nel settore genetico, Gene Logic (GLGC) e Life Technology hanno firmato un accordo di collaborazione per il completamento della mappatura della sequenza genetica. Il titolo ha perso quasi il 7%.(vedi articolo WSI delle 13:17)

Nel settore della telefonia mobile, Irwin Jacobs, amministratore delegato di Qualcomm (QCOM), ha annunciato oggi che China Unicom iniziera’ a utilizzare la tecnologia CDMA prima del 2003. Il titolo Qualcomm ha perso oggi piu’ dell’ 1,5%.(vedi articolo WSI delle 14:08)

Nel settore informatico, Microsoft (MSFT) ha segnato un rialzo dell’ 1% per nulla influenzato dalla decisione del tribunale di Washington che ha respinto la richiesta di sospensione, presentata dagli avvocati di Bill Gates, sulle sanzioni collaterali inflitte in attesa della divisione in due della societa’.(vedi articolo WSI delle 15:20)

Sempre nel settore informatico, Hewlett-Packard (HWP) ha accentua le perdita della mattinata e, a fine giornata ha segnato un ribasso del 6,5%. Questa mattina, la banca d’affari Sanford Bernstein ne ha diminuito il rating da “Outperform” a “Market Perform”.

Nel settore alimentare, Nestle’ (NSRGY) sta considerando l’acquisizione di Nabisco (NA). Il gruppo svizzero e’ la sesta societa’ a manifestare il proprio interesse per la societa’ americana dopo Philip Morris (MO), H.J. Heinz (HNZ), Groupe Danone (DA), Cadbury Schweppes (CSG) e il finanziere Carl Icahn. Il titolo Nabisco ha guadagnato a fine giornata quasi il 2,5%.

Nel settore Internet, NBC Internet (NBCI) ha perso il 29% sulla notizia che gli utili e le vendite potrebbero attestarsi al di sotto delle aspettative degli analisti di Wall Street.

In altri settori, Solectron (SLR) ha segnato un rialzo di poco superiore al 4%. La societa’ ha chiuso il terzo trimestre fiscale con un utile di 21 centesimi per azione, in linea con le stime degli analisti.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli piu’ trattati al New York Stock Exchange (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CNC) Conseco, Inc. 20,615,700 6.688 +0,813 +13.83%;

(T) AT&T Corp. 17,916,500 33.688 -0,313 -0,92%;

(NT) Nortel Networks Corporation 16,977,500 62.875 +2,375 +3,93%;

(MOT) Motorola, Inc. 13,432,900 34.188 -0,625 -1,80%;

(GE) General Electric Company 12,655,300 51.250 +1,375 +2,76%;

(AOL) America Online, Inc. 11,266,000 51.000 -1,750 -3,32%;

(MU) Micron Technology, Inc. 10,853,700 82.688 +3,188 +4,01%;

(PFE) Pfizer Inc 10,580,700 46.063 +1,688 +3,80%;

(EDS) Electronic Data Systems Corporation 9,296,400 41.063 -1,563 -3,67%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 9,389,300 26.250 +0,313 +1,20%.

Ecco di seguito la lista dei 10 titoli più trattati al Nasdaq (dati di chiusura) con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare chiusure su QUOTAZIONI INTERATTIVE, digitando il simbolo dei singoli titoli):

(CTXS) Citrix Systems, Inc. 49,949,700 24.438 +2.188 +9.83%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 29,460,700 64.938 +2.813 +4.53%;

(MSFT) Microsoft Corporation 20,322,400 67.625 +0.750 +1.12%;

(WCOM) WorldCom, Inc. 18,061,700 43.563 INVARIATO 0.00%;

(JDSU) JDS Uniphase Corporation 17,046,400 119.750 +4.188 +3.62%;

(INTC) Intel Corporation 17,526,500 131.188 +6.125 +4.90%;

(QCOM) QUALCOMM Incorporated 17,331,800 80.281 -1.406 -1.72%;

(ORCL) Oracle Corporation 16,957,400 80.625 +0.063 +0.08%;

(DELL) Dell Computer Corporation 15,688,000 45.063 +0.188 +0.42%;

(MSTR) MicroStrategy Incorporated 15,041,300 44.000 +5.063 +13.00%.