WALL STREET RIMBALZA CON DISNEY E DATI

6 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici procedono in buon rialzo al giro di boa, restringendo le forti perdite riportate ieri innescate dal pessimo dato sul comparto dei servizi che aveva risollevato i timori di recessione. Il Dow Jones, martedi’ arretrato di 370 punti, segna un progresso dello 0.73% a 12354, l’S&P500 dello 0.91% a 1348, il Nasdaq avanza +1.02% a 2323. A riportare gli acquisti sull’azionario sono stati l’incoraggiante trimestrale di Walt Disney e il buon dato sulla produttivita’ del quarto trimestre.

Gli indici rimbalzano cosi’ dopo il brusco calo di ieri (il peggiore di quasi un anno) originato dal pessimo dato sul comparto dei servizi, crollato ai minimi livelli dall’ottobre 2001, evidenziando una contrazione dell’attivita’ e l’arrivo effettivo della recessione. A contribuire al tono negativo degli ultimi giorni e’ stata anche la debolezza dei titoli finanziari dopo il warning dell’agenzia di rating Fitch sul possibile downgrade del credito delle principali societa’ assicuratrice di emissioni obbligazionarie.

Supporto arriva dal comparto societario con la trimestrale del colosso dell’entertainment Walt Disney (DIS), il cui titolo e’ schizzato +6.35% dopo aver riportato un calo del 26% dei profitti, comunque attestatisi a livelli nettamente superiori alle attese (con un 9% di rialzo sui ricavi).

Note positive sono emerse anche dal fronte macro. Il dato sulla produttivita’ del quarto trimestre ha registrato un avanzamento dell’1.8%, superando nettamente le attese degli analisti che erano per un rialzo piu’ contenuto, pari a +0.5%. Anche la componente del costo unitario del lavoro si e’ attestata a livelli migliori delle stime.

Sul mercato ci sono sempre opportunita’. E con news gratis, non le trovi. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Tra le altre societa’ che hanno diffuso gli utili trimestrali, il gigante media Time Warner (TWX) sale di oltre il 4% nonostante il debole ooutlook offerto per i prossimi mesi. Subito dopo la chiusura delle borse, sara’ la societa’ leader nel comparto network, Cisco Systems (CSCO), a diffondere gli utili: c’e’ grande attenzione sui numeri del gruppo dopo l’allarme lanciato a meta’ novembre sul drastico calo degli ordinativi provenienti dal settore bancario, messo in ginocchio dal “credit crunch”.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Electronic Manufacturing Services +5.7%, Life Science Tool Services +5.0%, Apparel & Accessories +4.5%, Movies & Entertainment +4.3%, e Airlines +4.3%. Tra i piu’ forti ribassi: Consumer Electronics -11.1%, Specialized Finance -5.0%, Autos -1.0%, Education Services -0.9%, e Internet Retail -0.7%.

Alle 12.30 E.T. il volume di scambio e’ di 518 milioni di pezzi al NYSE e 860 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 2159 a 851 al Nyse e 1761 a 997 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 3 a 8 al NYSE e 0 a 15 al Nasdaq.

parla di questo articolo nel Forum di WSI